Yoko Ono e John Lennon: storia di un amore

John Lennon e Yoko Ono, Il 18 ottobre 1968, furono accusati di detenzione di sostanze stupefacenti, dopo che fu scoperta nell’appartamento in cui si trovavano della cannabis. Lennon si è dichiarato colpevole il mese successivo e è stato multato di £ 150. Nello stesso giorno, trentasette anni dopo, la loro immagine nell’ultimo giorno di vita di John viene votata come la più bella cover di Rolling Stones degli ultimi quarant’anni.

John Lennon, Yoko Ono, Beatles

Ricorre così oggi un anniversario importante, quello della “redenzione” di John Lennon, cinquantanni dall’arresto della famosa coppia, a cui è seguito il divorzio di John da Cynthia per sposare Yoko, a marzo del 1969.

Da qui inizia la svolta “pacifista” di John Lennon, sempre accompagnato dalla nuova compagna. Il loro legame è la causa scatenante che porta allo scioglimento dei Beatles, e all’inizio della carriera solista dei suoi membri. Un addio niente affatto privo, anche negli anni successivi, di reciproche frecciatine al veleno.

Il nostro rapporto è davvero di professore e allievo. Sono io che ho la notorietà, ma è lei che mi ha insegnato tutto”. (Lennon)

Ma facciamo un passo indietro e vediamo come nasce questo amore fra di loro. Yoko Ono e John Lennon si incontrarono per la prima volta quando questi visitò l’anteprima di un’esibizione della Ono all’Indica Gallery di Londra, il 9 novembre 1966. Iniziarono a frequentarsi solo due anni dopo. Insieme sono stati il simbolo di un cambiamento generazionale grazie alle loro battaglie a favore dell’amore libero la volontà di rottura con i canoni sociali del passato.
Yoko Ono viene da una famiglia dell’altissima borghesia di Tokio, madre molto ricca, padre banchiere lontano quando lei nasce, trasferito in California. Un padre importante che diventerà governatore della banca centrale nipponica. Ha studiato negli States composizione musicale ed arte. Per un certo periodo fa parte del movimento d’avanguardia
Fluxus e si propone come artista concettuale, un precursore di Marina Abromovich potremmo dire. Proprio in questo stile si pone la sua mostra, al cui vernissage presenziò Lennon che fu attratto da un’opera in particolare: Celing painting che prevedeva si dovesse salire con una scala sul tetto e vedere attraverso un vetro che ingrandiva la parola YES.
Quando i due vennero presentati, lei lasciò all’allora Beatles un biglietto con su scritta una sola parola: “Breathe”.

John Lennon, Yoko Ono, BeatlesLei, aveva sposato già il musicista Toshi Ichiyanagi, e Tony Cox, un collega dal quale aveva avuto una bambina , la piccola Kioko che le sarà portata via al momento del divorzio. Lennon invece era in crisi con Cyntia, da cui aveva avuto il figlio Jiulien. Il giorno in cui scoprono di amarsi è il 20 maggio del ’68. Mentre i rispettivi coniugi sono all’estero, John invita Yoko nella sua casa del Surrey ad ascoltare i suoi nastri inediti. Trascorrono l’intera giornata , la sera e la notte nello studio di registrazione. Comporranno brani di quello che sarà il loro primo album Two Virgins.
Da quel giorno non si sono più lasciati. Dopo aver abitato nel vecchio appartamento dell’altro Beatles,
Ringo Starr, i Lennon si trasferiscono a New York.

Qui – dirà Lennon alla Bbc- a New York mi sento sicuro. Posso andare in giro liberamente, al cinema, al ristorante, senza essere disturbato da intrusi o ammiratori.”

E ribadirà il suo entusiasmo sino all’ultimo dei suoi giorni.

Ono è una tosta, spigolosa, tiene sotto botta tutta l’emotività di suo marito, a tal punto da organizzare a tavolino un adulterio che la vedrebbe vittima. Per far rinvigorire il talento del marito, un po’ affievolito dopo il trasferimento in America e l’allontanamento dagli altri Beatles, decise di spingerlo nelle braccia della sua segretaria per riportare il pepe nel suo estro.
Diciotto mesi dopo, da questa vicenda i due uscirono ancora più rafforzati, tanto da mettere al mondo un bambino Sean, per il quale Lennon si dedicherà anima e corpo fino a lasciare la musica, per quattro anni. A novembre dell’80 è pronto Double Fantasy, il diario del loro amore. John torna in pubblico, ma l’8 dicembre dello stesso anno, il cantante muore assassinato da Mark David Chapman, disoccupato di 25 anni.. Che dirà:

Anch’io come il protagonista volevo condurre una crociata contro l’ipocrisia del mondo degli adulti. Lennon era una truffa, tutto era finto in lui”.


Cinque colpi di pistola e Lennon muore per dissanguamento.

John Lennon, Yoko Ono, BeatlesSempre nello stesso giorno, 18 ottobre, ma di molti anni dopo (2005), l‘immagine di un nudo John Lennon, scattata l’ultimo giorno della sua vita, è stata nominata la principale copertina della rivista americana negli ultimi 40 anni. La copertina del Rolling Stone, ripresa da Annie Leibovitz e raffigurante Lennon arricciata attorno a Yoko Ono, è stata scelta da editori, artisti e designer.

Fabiana CriscuoloFabiana Criuscuolo

Social Addicted. Sceneggiatrice su Whatsapp. Esperta in drammi sentimentali, pizze, panini e piadine. Sempre in bilico fra le due passioni: la ricerca scientifica e il giornalismo. Penna cinica del web appassionata di musica, arte e viaggi.

2018-10-15T17:46:18+00:00 18 ottobre 2018|Approfondimenti e Curiosità|0 Commenti