Esce venerdì 17 maggio “DEVOTA” (Sony Music Italy), l’ep d’esordio di BEATRICE QUINTA

di Leslie Fadlon

Esce venerdì 17 maggio “DEVOTA” (Sony Music Italy), l’ep d’esordio di BEATRICE QUINTA, tra le più promettenti artiste del pop italiano.  Un progetto discografico e di arti visive che si compone di sei tracce e si presenta come un viaggio introspettivo nella musica e nella vita di BEATRICE, che torna in una veste inedita, mostrando un lato di sé nuovo e più consapevole, risultato di una forte crescita interiore che l’ha portata a diventare la donna sicura che è oggi. Il titolo “DEVOTA” è emblematico in tal senso. 

L’ep si apre con la title track “DEVOTA”, un pezzo sensuale, dal ritmo orientaleggiante, che racconta un sogno erotico: la passionalità e la carnalità di un amore che si consuma e da cui BEATRICE viene progressivamente liberata, lasciando spazio a ciò per cui ora è realmente devota: la musica. Segue quello che è forse il brano più intenso, intimo ed esplicativo del progetto: “PURE LE STREGHE”. Una revenge fantasy raccontata cinematograficamente con un testo diretto, in cui emerge anche un senso di solidarietà femminile molto potente che da sempre nutre l’artista: BEATRICE interpreta una “vedova nera”, forte delle ferite cicatrizzate nel tempo e protagonista della sua furia.

La traccia successiva è “10 UN BAGNO”, un pezzo dalle sonorità dance in cui BEATRICE mostra senza paura la propria vulnerabilità mentre racconta il disgregarsi di una relazione in cui non ci si riconosce più e in cui non si riesce più a comunicare, in cui ciò che fa rimanere legati è solo la paura di essere abbandonati. Cambio di registro per “UN ALTRO TABÙ”, in cui la cantautrice mostra il suo lato più seducente e provocante. Quello dell’artista è un invito a lasciarsi andare all’istinto e alla fugacità del momento, perdendo qualsiasi inibizione e vivendo in pieno il brivido che solo la libertà può comportare.Il pezzo successivo è invece la focus track “FATIMA”, che celebra l’autodeterminazione e l’emancipazione e si fa bandiera del messaggio che BEATRICE comunica in tutto l’ep. “DEVOTA” si chiude con “PELLE”, un brano intimo, sincero, in cui la cantante, attraversando la solitudine, mostra allo stesso tempo le sue fragilità e la sua forza, introducendo l’ascoltatore in quello che è l’atto finale di una presa di coscienza che si sviluppa nel corso di tutto il progetto e che porta l’artista ad acquisire una rinnovata consapevolezza. È la storia di un’adolescente succube dei propri sentimenti che, una volta adulta, si riappropria della sua vita. 

“DEVOTA” nasce dall’esigenza di BEATRICE QUINTA di condividere con la propria arte il percorso che l’ha portata a scegliere la libertà: quella di decidere chi si vuole essere e con chi esserlo, quella di reagire alle oppressioni che la società impone. L’artista lancia un forte messaggio di autodeterminazione, di rivalsa e di fede, diretto in particolar modo a tutti coloro che usano la grinta per cicatrizzare le proprie ferite esorcizzando i momenti più bui e duri della vita per arrivare a compiere delle libere scelte. Il progetto porta con sé anche molti richiami alla terra natia della cantante, la Sicilia. 

0

Potrebbe interessarti