“L’ultima Casa Accogliente” di THE ZEN CIRCUS – La recensione

di Leslie Fadlon

“L’ultima Casa Accogliente” è l’attesissimo e nuovissimo album di inediti di THE ZEN CIRCUS. Questo lavoro giunge sul panorama musicale dopo due anni da “Il fuoco in una stanza”, che ha consacrato The Zen Circus come una delle realtà più apprezzate del panorama musicale italiano attuale, anche grazie al nutrito pubblico transgenerazionale che li segue da oltre 20 anni.

Quella del trio guidato da Andrea Appino è una carriera lunghissima, che conta 10 album, un EP, una raccolta e un’infinità di concerti. E tra essi anche la partecipazione in gara tra i big a Sanremo 2019 e la pubblicazione di un romanzo anti-biografico (Mondadori, 2019), entrato direttamente nella Top Ten delle classifiche dei libri più venduti stilate dai maggiori quotidiani e divenuto un vero e proprio caso di genere letterario.

In questo novembre 2020, la band torna con “L’ultima Casa Accogliente” , un nuovo album di inediti, un universo costellato di 9 brani, anticipati dal primo estratto, “Appesi alla Luna”, seguito dal secondo brano estratto “Catrame” e dal singolo e videoclip “Come se provassi amore”.

THE ZEN CIRCUS PARLANO DEL NUOVO ALBUM “L’ULTIMA CASA ACCOGLIENTE”

Il nostro corpo è l’ultima casa accogliente, l’unica navicella spaziale in grado di farci viaggiare attraverso l’universo dell’esistente. Un corpo trasparente, visibile e vulnerabile che celebriamo con nove canzoni fatte di testa, cuore e polmoni. Case che possono essere sia rifugi che prigioni, circondate da tante altre e tutte diverse, a formare questa enorme metropoli chiamata umanità. Più suonato che pensato, più bene di conforto che prodotto, questo disco è musicalmente il più libero che abbiamo mai fatto.

“Costretti dentro un corpo, e dentro al tempo, ma un giorno tutto questo finirà” (Catrame)

“L’ultima Casa Accogliente”

“L’ultima Casa Accogliente” si apre con Appino che canticchia a cappella una storia tragica sulle note di ‘’Catrame’’. Il piglio è sempre lo stesso, quello che ormai è un marchio per la band: un piglio adolescenziale dalle tinte punk che strizza l’occhio al pop. La seconda traccia è la canzone che The Zen Circus hanno scelto come primo singolo per questo lavoro, e che all’inizio aveva fatto pensare ad un disco molto malinconico, meno energico di come invece si è poi rivelato. Dal cielo sopra Lisbona passiamo alla bellissima ‘’Come se provassi amore’’, che parla del tema della crescita, dalla nascita fino al presente e all’adulto che si è diventati. I ricordi, come ‘’un oceano di tempo dentro alla memoria’’. Vivere ed amare sono raccontate come qualcosa che non è facile interpretare; ‘’Non’’ forse è la canzone più profonda de “L’ultima Casa Accogliente”, grazie alla sua intensità e alla disperazione che porta nelle proprie note. È una richiesta di aiuto rispetto ad una normalità distorta cui siamo costretti ad accompagnarci nelle nostre giornate.

‘’Bestia rara’ porta con sé un’inquietudine alla Baustelle ed è un brano ispirato dalla visione di un documentario dal titolo ‘’Storia di Filomena e Antonio’’ di Antonello Branca; una storia del 1976 su una coppia di giovani tossicodipendenti e sulla difficoltà nel sopravvivere e nella libertà di pensiero di chi vive o ha vissuto nella provincia italiana. ‘’Ciao sono io’’ ha come protagonista la sognante Nancy e un contesto immaginario e fantasioso, non privo però di drammi. ‘’Cattivo’’ racconta una vita vista da fuori, quella di qualcuno che smette di provare ogni sentimento e persino di riconoscersi. Per concludere, tocca prima alla futuristica e allegra ‘’2050’’ e poi alla title track: ‘’L’Ultima Casa Accogliente’’: quest’ultima canzone racchiude in sé forse tutte le direzioni e le sensazioni che si possono ascoltare nelle complessive nove tracce del disco: il male e il bello del vivere che The Zen Circus hanno da sempre voluto magistralmente raccontare.

TRACKLIST:

01_Catrame

02_Appesi alla Luna

03_Come se provassi amore

04_Non

05_Bestia rara

06_Ciao sono io

07_Cattivo

08_2050

09_L’ultima casa accogliente

0

Potrebbe interessarti