11 Windows: la recensione del progetto di Giacomo Riggi

di Emanuele Faraci

11 WINDOWS è il nuovo album del polistrumentista Giacomo Riggi. Si tratta del quinto lavoro discografico – secondo di taglio cantautoriale – del compositore toscano, che questa volta si mette in gioco pubblicando un disco dai connotati del songwriting internazionale con uno sviluppo che parte dalla lingua italiana, passando per lo spagnolo e infine all’inglese.

Il disco, anticipato dal singolo e video “You Know I Will”, si avvale di tanti musicisti ospiti che hanno dato il loro contributo e il loro incredibile talento rendendo 11 Windows un album di altissimo livello; da Filippo e Carolina Bubbico, Dario Congedo, Simone Graziano, Claudio Filippini. Tre delle undici canzoni ospitano artisti internazionali come Samuel Torres, talentuoso percussionista colombiano, Steve Kujala, storico flautista statunitense che ha collaborato e inciso con Chick Corea e Jayden Sierra, giovane talento australiano della voce(suo il flow rap nel singolo “You Know I Will”), già insieme a Riggi nel progetto “Axel” del Cirque Du Soleil.

11 Windows recensione

Il disco si apre con il brano Chissà se ascolterai, una dedica di un uomo che sta per diventare padre e che si rivolge al suo futuro nascituro. Il brano, caratterizzato da un sound jazz, è accompagnato dalla calma voce del cantautore. Si prosegue poi con brani italiani alternati ad altri in lingua spagnola ed inglese.

Un disco versatile e lineare con influenze anche estere. L’artista riesce a spaziare dall’italiano all’inglese in maniera completamente spontanea e naturale, cantando brani d’amore ed altri che ripercorrono il suo percorso di vita ed esperienze passate, come raccontano Hidden Reasons, Historia de Otro Yo o Climb your Ladder. A chiusura del disco il sound si fa più intenso e movimentato, il che si addice perfettamente al titolo del brano in questione, che è Hurry Up. “Racconta la storia di un amore fittizio, un amore verso se stessi creato ad hoc dalla società odierna, che ogni giorno cerca di convincerci e di farci credere che per sopravvivere si debba correre freneticamente anche a costo di eliminare il prossimo” – come spiega l’autore del brano.

Un disco interessante, ogni brano è ben collegato al successivo e tutto il progetto segue una logica, sia nei testi che nelle melodie, che portano l’autore a muoversi con estrema sicurezza, tra partiture classiche e il songbookjazz più consumato. Un album che potrebbe essere la colonna sonora perfetta per un caldo pomeriggio di studio!

Di seguito potete trovare la tracklist completa dell’album e il link per ascoltarlo.

  • Chissà Se Ascolterai
  • Tutto Da Organizzare
  • Delicate Speranze
  • Il Cielo In UnaTasca
  • C.B.
  • Historia De Otro Yo
  • Climb Your Ladder
  • Hidden Reasons
  • Hurry Up!
  • Desperate Call
  • You Know I Will
0

Potrebbe interessarti