“CANZONI CHE SAREBBERO DOVUTE USCIRE TOT ANNI FA” – VANBASTEN: LA RECENSIONE

di Leslie Fadlon

 “CANZONI CHE SAREBBERO DOVUTE USCIRE TOT ANNI FA” è il disco d’esordio di VANBASTEN, nome d’arte di Carlo Alberto Moretti. Un titolo non troppo enigmatico per un lavoro sincero, nelle cui canzoni convivono basi new wave, poetica urbana e diretta e un’attitudine decisamente punk.

Una iniziale carriera calcistica giovanile interrotta per amore della musica a 22 anni, un primo EP pubblicato e una serie di singoli – “16enne”, “Pallonate”, “Santamadre”, “Mascara”, “Kenshiro” e “Bevi Bevi” – sono il preludio all’esordio discografico di Vanbasten: un album che contiene 10 brani, rappresentativi di un immaginario fatto di periferie, amori, ferite, violenza, sconfitte, voglia di rivincita e di riscatto, in cui è l’esigenza di descrivere la realtà a guidare la narrazione.

Quando scrive, Vanbasten cammina. O almeno così dichiara, sulle note di “Kenshiro”, la prima traccia. È una canzone che l’autore ha iniziato a scrivere su un treno di ritorno da Bologna, per raccontarsi senza censura. I temi e i termini sono crudi, ma il senso della canzone è profondo, parlando di temi come l’epilessia, la miseria della periferia e la depressione. Il tutto su note futuristiche e pop-elettroniche. A seguire, ‘’Mascara’’, una canzone su un amore finito: a detta di Vanbasten, ‘’Amore mio bye bye”, si riferisce a tutto ciò che amiamo e che poi un giorno se ne va. Un sogno, un incubo, il freddo, il caldo, la voglia di yogurt la mattina o quella di thc la sera. Salutiamo in continuazione cose che non torneranno senza nemmeno rendercene conto. “Se fossi qui vedresti che muoio anch’io a ridere mentre invece vorrei piangere e illudermi con te”; beati gli illusi che ancora non hanno sofferto nemmeno per un giorno.’’

La terza traccia si intitola ‘’16ENNE’’ ed ha un ritmo che fa proprio pensare al saltellare dell’adolescenza, mentre “Santamadre” fu scritta per Frankie (Bellani), che stava passando un periodo particolare; la quinta canzone nella tracklist di “Canzoni Che Sarebbero Dovute Uscire Tot Anni Fa” si intitola ‘’Pallonate’’ ed è proprio di un continuo calciare palloni contro un muro che si caratterizza, come fosse un sottofondo. Arriva poi ‘’Bevi Bevi’’, una canzone d’amore e si vola alto quando parte ‘’Canadair’’, che parla ancora di amore ma in modo più disperato, seppur leggiadro. Ed è dedicata alla madre dell’autore.

Per chiudere questo album, VANBASTEN ha scelto ‘’Senna’’, nata per caso, ed ‘’Eurospin’’, descritta così: ’’una canzone semplice che racconta quanto per me l’amore abbia un costo elevato, quanto si debba pagare tutti i giorni per godere di un mondo che per gli altri non esiste davvero, quanto sia dura far comprendere alle persone che più mi amano che saranno anche i loro sacrifici a dare nobiltà alle mie parole. Ringrazierò per sempre chi mi ha dato senza chiedere mai nulla in cambio’’.

E anche noi ringraziamo VANBASTEN per questo disco.

TRACKLIST

01_KENSHIRO

02_MASCARA

03_16ENNE

04_SANTAMADRE

05_PALLONATE

06_BEVI BEVI

07_CANADAIR

08_SENNA

09_EUROSPIN

10_SPARARE SEMPRE

0

Potrebbe interessarti