LuX al suo secondo singolo: intervista per The World’s on Fire

di Paola Pagni

LuX (Luca Tiozzo) presenta il singolo “The World’s On Fire”, che arriva a distanza di tre mesi dal debutto solista “Nothing Special 99.


Dopo l’esperienza discografica con i Direzione Oltre Confine e i numerosissimi live in tutta Italia e all’estero con il tributo ai Depeche Mode “Mode Inside”, LuX ha deciso di realizzare un progetto che lo rappresenti a pieno, sfruttando fino in fondo le sue indiscusse qualità canore e circondandosi di musicisti eccellenti: torna quindi a cantare pezzi inediti avvalendosi della collaborazione di grandi musicisti blues e del suo tratto assolutamente distintivo, un timbro baritono caldo, potente e inconfondibile.

Quella di LuX è una vocalità che ci aveva stupiti già dal primo singolo: profonda e marcatamente rock, molto difficile da trovare in Italia proprio perché si lega in modo del tutto naturale a sonorità internazionali.

Non è un caso infatti se Luca sceglie di cantare in inglese: nel suo caso una caratteristica che rende ancora più accattivante l’esecuzione, spingendo la curiosità dell’ascoltatore ad andare oltre, a cercarne la fonte.

Tutto questo ci è sembrato meritasse un approfondimento, così qualche giorno fa ci siamo fatti una conversazione LuX.

La Videointervista

0

Potrebbe interessarti