La Rappresentante di Lista live a Roma: “..sopra la rovina, sono la Regina”

di Leslie Fadlon

Sono tornati finalmente live La Rappresentante di Lista, la band fondata da Dario Mangiaracina e Veronica Lucchesi. Una band queer pop davvero speciale, di cui anche il pubblico generalista si è innamorato dopo la partecipazione a Sanremo 2022 con la virale “Ciao Ciao”.
Quest’anno sono al Rock in Roma, come sempre sito nell’Ippodromo delle Capannelle in via Appia. Un’edizione, quella del Festival in questione, che vede un palco più piccolo del solito e di conseguenza luci e acustica poco imponenti. Ma per fortuna la sostanza non manca.

Il concerto de La Rappresentante di Lista a Roma

E come opening act ci sono i Rovere, con il loro pop leggero e giovanile, che riscaldano abilmente il pubblico. Di nuovo sul palco, per la prima volta dal 2019, realizzano almeno un’ora di live.


La Rappresentante di Lista sale sul palco verso le 22.15, o meglio Dario Mangiaracina sale sul palco cantando in solo proprio La Rappresentante di Lista con una chitarra elettrica accattivante e meravigliosa e il microfono semi distorto. Il concerto comincia in modi strumentale quasi a intermezzo prima che sul palco arrivi Veronica Lucchesi, la frontwoman dei Lrdl.
Alieno fa alzare tutti e ballare tutti..come anche V.G.G.G. (Very Good Glenn Gould)..“dentro la mia testa non mi legheranno mai!” balliamo e cantiamo tutti insieme. Passiamo al romanticismo di Ti amo (nanana) prima della splendida e intrigante Alibi. Ma è con Gloria che i toni si fanno davvero rock n roll. E la gioia ci sovrasta sulla bellissima Guardateci tutti che la band dedica alla città che ospita il concerto, Roma, mentre le emozioni proseguono, dolci, sulle note di Giovane femmina. Il microfono torna a Dario Mangiaracina che esegue la sua Fragile, cui segue la preziosissima Questo corpo, dopo l’interazione – una delle tante – tra Veronica ed il pubblico, che questa invita ad alzare una mano per ripetere, con lei “io no, non permetterò che qualcuno mi butti giù, io sono questo corpo!”.
Un pianoforte ci porta sulle note di Amare, che fa emozionare e saltare. Sul palco arriva subito dopo il nuovo singolo, Diva, che intona “you’re my special Diva”. Dario riprende il centro del palco insieme a Veronica per cantare Maledetta tenerezza, in coro con tutto il pubblico. Mai mamma, in una versione speciale, cambia i ritmi e ci viene presentata come una canzone che si può cantare in diversi modi..ballando, o in pose diverse.
Siamo quasi vicini alla chiusura di questo concerto così colorato e felice, quando si dà spazio ad un brano meno festoso e piu intimo, Siamo Ospiti, eseguito in acustico da Dario and Veronica, senza la band. Si tratta di una delle prime canzoni che scrissero insieme, quando appunto erano solo un duo.
Il regalo ulteriore, a questo pubblico molto queer e molto estasiato, viene corrisposto attraverso altri due pezzi finali: Resistere e Ciao ciao. Il testo di Resistere fa ancora piu male in questo periodo storico, mentre in coro si recita “no armi no guerra no violenza!”. E infine con “Ciao ciao”, ci salutiamo, ma è come sempre un arrivederci: al prossimo super live de La Rappresentante di Lista, tra emozioni e libertà di pensiero, in tutte le sue forme.

La scaletta

  • La Rappresentante di Lista
  • Alieno
  • V.G.G.G.
  • Ti amo
  • Alibi
  • Gloria
  • Guardateci tutti
  • Giovane femmina
  • Fragile
  • Questo corpo
  • Amare
  • Diva
  • Maledetta tenerezza
  • Mai Mamma
  • Siamo ospiti
  • Resistere
  • Ciao Ciao

La gallery è a cura di Giusy Chiumenti

0

Potrebbe interessarti