La Rappresentante Di Lista: 5 curiosità sulla queer pop band

di Marianna Grechi

Dopo il loro folgorante impatto col pubblico mainstream con la partecipazione a Sanremo dell’anno scorso, La Rappresentante Di Lista è pronta per ricavalcare il palco dell’Ariston in questa 72esima edizione del Festival della Musica Italiana.

Il duo queer pop è stato una vera rivelazione dello scorso Sanremo con Amare. Ciao Ciao, che porteranno in gara quest’anno, è un brano dance sulla fine del mondo che ha tutte le premesse per diventare una hit.

La Rappresentante Di Lista nasce dall’insolito incontro nel 2011 a Valledolmo (PA), tra Veronica Lucchesi, di Viareggio, e Dario Mangiaracina, palermitano. L’occasione è fornita dalle prove teatrali per uno spettacolo L’Educazione Fisica di Civielleri e Lo Sicco, la stessa Veronica si era trasferita da poco in Sicilia per frequentare un corso di teatro tenuta da Emma Dante.

Icona della fluidità di genere, La Rappresentante Di Lista è senz’altro una delle band più intriganti del Festival. Mentre aspettiamo la loro esibizione al festival di Sanremo, ecco 5 curiosità su di loro:

1. Non sono solo un duo

La Rappresentante Di Lista nasce sì dall’incontro di Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, ma ad oggi è una band a tutti gli effetti.  Già dal secondo album Bu Bu Sad si inseriscono anche  Enrico Lupi alla tromba, tastiera e synth e Marta Cannuscio alla batteria, cori e pianoforte. Inoltre, dal 2017 si aggiunge al gruppo la sassofonista Erika Lucchesi e infine l’anno dopo il batterista Roberto Calabrese.

2. L’origine del nome

Durante il laboratorio teatrale a Valledolmo in cui i due LRDL si sono conosciuti, Veronica, in quanto fuorisede, dovette iscriversi come rappresentante di lista per aver diritto al voto sul referendum abrogativo in tema di energia nucleare, nel 2011. I due trovarono l’espressione tanto divertente quanto interessante per poterne fare il nome della band: La Rappresentante Di Lista. In diverse interviste Veronica e Dario dichiarano che l’articolo determinativo femminile sia stato mantenuto sia per identificazione con la voce della band che con l’inserimento della stessa nel movimento femminista.

3. La carriera musicale era il piano B, forse anche C

Dario è laureato in medicina ed ha praticato la professione per un breve periodo prima di intraprendere la via dello spettacolo. Veronica, invece, ha studiato per due anni Giurisprudenza per poi abbandonare in favore del teatro e, successivamente, della musica.

4. I concerti a “domicilio”

Nel primo periodo di carriera artistica, La Rappresentante Di Lista per farsi conoscere prendeva iniziative stravaganti quanto il loro stile. Una di queste era il Car-concert, un “concerto” tenuto in auto per due spettatori nei sedili posteriori. Mentre il “Wo ist das Haus?” era un progetto di concerti “ a domicilio” ovvero esibizione negli appartamenti dei primi fan entusiasti.

5. Il loro primo romanzo si chiama  Maimamma

Maimamma è un progetto attivista de La Rappresentante Di Lista. Attraverso il personaggio di Lavinia, trentenne in procinto di divenire mamma mentre il mondo sta per finire, il romanzo di LDRL tratta di ecologia, inclusione, precarietà, femminismo e maternità. Un romanzo distopico scritto partendo da un’idea embrionale di Dario avuta nel 2009, ancora prima di conoscere Veronica!

0

Potrebbe interessarti