Michele Bravi: Inverno dei Fiori è la “dichiarazione d’amore dei tempi moderni”

di Emanuele Faraci

Si è da poco conclusa la conferenza stampa in cui Michele Bravi ha presentato Inverno dei Fiori, il suo brano in gara alla 72° edizione del Festival di Sanremo. Disponibile su tutte le piattaforme streaming e in radio, il brano conta già oltre mezzo milione di riproduzioni su Spotify.

Il brano, scritto da Michele Bravi, Federica Abbate, Cheope, Alex Raige Vella, è una “dichiarazione d’amore dei tempi moderni”, una canzone che riflette sul concetto di umanità, empatia e gentilezza, raccontando quanto l’intreccio umano sia l’unica via per imparare l’amore. Il tutto viene spiegato attraverso una metafora dei fiori invernali ed il racconto del mito del Calicanto, che ci insegna come la gentilezza spesso è anche un segno di rinascita.

A cinque anni dalla precedente partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Il Diario degli Errori Michele torna sul palco del Festival con il brano Inverno dei Fiori. Questa volta, però, torna con consapevolezze in più e meno tensione, ma sempre con lo stesso team artistico alle spalle.

Io mi sto vivendo questo Sanremo come l’opportunità per raccontare i legami umani attraverso la musica. Sanremo può essere un segnale di ripartenza per la musica dal vivo. I 25 artisti in gara sono un pretesto per richiedere la nostra dignità professionale come artisti e come lavoratori. Quando io salgo sul palco, in realtà mi sto portando dietro il lavoro di trenta, quaranta professionisti che lavorano ogni giorno assieme a me.

Con il videoclip ha dato sfogo alla sua creatività diventandone anche regista, lavorando con Roberto Chierici.

Il video è un viaggio nella solitudine che attraversa il percorso delle stagioni. In una banchina metropolitana circondato da figure inanimate e silenziose, la ricerca dell’intreccio umano viene raccontata attraverso la finzione teatrale dove lo scambio artistico permette di scoprirsi così simili e vicini. Una metamorfosi floreale chiude il racconto visivo come metafora di una richiesta d’aiuto. Un racconto di come il supporto reciproco sia l’essenza profonda dell’amore e contenga sempre in sé il seme della rinascita. Per rifiorire ogni giorno. Come fiori, anche d’inverno.

Non è mancato il commento sul Fantasanremo, la competizione che vede gli artisti in gara protagonisti di vere e proprie sfide, con lo scopo far accaparrare più punti possibili a tutti coloro che hanno scelto di avere ciascuno di loro nelle proprie squadre. “Il vero nemico da battere adesso non è più Sangiovanni ma Aka7even, che ha fatto più punti!

Annunciate questa settimana anche le date del nuovo tour “LIVE A TEATRO”, prodotto da Vivo Concerti i cui biglietti sono disponibili su www.vivoconcerti.com. La tournée, che vedrà Michele esibirsi dal vivo in alcuni dei più importanti teatri d’Italia, partirà domenica 15 maggio da Torino, presso il Teatro Colosseo, proseguendo poi a Padova, venerdì 20 maggio presso il Gran Teatro Geox, a seguire sarà a Milano, lunedì 23 maggio al Teatro degli Arcimboldi e giovedì 26 maggio sarà a Bologna al Teatro Celebrazioni. L’appuntamento conclusivo sarà a Roma, domenica 29 maggio, all’Auditorium della Conciliazione. 

0

Potrebbe interessarti