Liam Gallagher rifiuta una collaborazione con i Foo Fighters

Una cosa è chiara: l’ex Oasis non è al momento in cerca di collaborazioni. Dopo aver fatto spallucce di fronte alle lodi di Robbie Williams, giudicando un’eventuale collaborazioe con il cantante britannico una scelta poco saggia, Liam Gallagher ha raccontato di aver ricevuto non una ma ripetute offerte da parte della band di Dave Grohl, che lui continuerebbe, irremovile, a declinare: “Vogliono fare una canzone, ma io non voglio. Lo farò un giorno, ma sono troppo impegnato per farlo adesso”, ha detto Liam al settimanale britannico NME che a lui ha dedicato la storia di copertina di questa settimana.

Il minore dei fratelli Gallagher precisa, però, che nei confronti dei Foo Fighters non nutre altro che stima: “Mi piacciono. Penso che i Foo Fighters abbiano fatto belle canzoni. Penso che Dave Grohl sia molto talentuoso, e anche la band”. Difficile dire di no ai Foos – con i quali Liam aveva suonato il classico dei Beatles “Come Together”, allo scorso CalJam Festival di San Bernardino -, che, stando alle parole del cantante inglese, “continuano a scrivermi”. Eppure Gallagher non cede, sorvolando anche sulle belle parole che il batterista Taylor Hawkins gli aveva dedicato tempo fa, esprimendo l’ardito auspicio di una reunion degli Oasis. Irrimediabili ottimisti, i nostri.

Lorenzo Natali

Amante della musica e dell’arte in tutte le sue forme. Studente di lettere, musicista e compositore (forse un giorno anche in modo professionale) ma, soprattutto, eterno eccessivo pensatore. Tendenzialmente bonario ed aperto ad ogni sound, raramente critico in modo cinico e accanito tanto da doversi sottoporre a censura. Forse, però, è meglio così….

2018-02-19T09:07:29+00:00 19 Febbraio 2018|News|0 Commenti