Bon Scott: Oggi l’anniversario della sua morte.

Quel maledetto 19 febbraio del 1980 (a Londra) se ne andava Bon Scott, cantante degli AC/DC che sarebbe poi stato sostituito da Brian Johnson. Bon era l’epitome del frontman rock sguaiato, esuberante e carismatico. Amava gli eccessi, le donne e la vita al limite, ma era anche un vero poeta rock’n’roll – come i suoi testi geniali, ricchi di giochi di parole, doppi sensi e riflessioni profonde dimostrano.

A portare via la Scott è stato uno dei più banali e purtroppo classici incidenti che punteggiano la storia del rock: una morte accidentale, dovuta a un avvelenamento per ingestione di quantità esagerate di alcolici. Intorno alla sua morte regna un piccolo mistero, in quanto alcuni sostengono che ci siano incongruenze e nei fatti così come sono stati ricostruiti, ma ufficialmente la causa del decesso è “death by misadventure”.

Abbiamo raccolto, per voi, dieci video dal vivo (su vari palchi e in diversi studi tv) con cui ricordare la vulcanica presenza sul palco di Bon Scott e rivivere la golden age degli AC/DC, nel periodo appena precedente il grande successo mondiale – che, ironia della sorte – sarebbe arrivato con “Back in black”, ossia il disco a cui la band stava iniziando a lavorare quando Scott morì.

Lorenzo Natali

Amante della musica e dell’arte in tutte le sue forme. Studente di lettere, musicista e compositore (forse un giorno anche in modo professionale) ma, soprattutto, eterno eccessivo pensatore. Tendenzialmente bonario ed aperto ad ogni sound, raramente critico in modo cinico e accanito tanto da doversi sottoporre a censura. Forse, però, è meglio così….

2018-02-19T09:12:19+00:00 19 febbraio 2018|News|0 Commenti