Il pop chimico e ipnotico di DITONELLAPIAGA: esce oggi il nuovo singolo “MORPHINA”

di InsideMusic

Se in questa frattura della Storia causata dalla pandemia, che è prima di tutto frattura drammatica nel cuore della vita intima e personale di ciascuno di noi, c’è un grande rimosso, è sicuramente il sesso.

Non ne parlano i media ma in fondo non ne parliamo quasi più neanche noi, in un generale assopimento della libido e del desiderio.

E allora a darci un bel cazzotto in faccia per ricordarci che, prima ancora di essere coscienze in cerca di un nuovo modo di stare al mondo, siamo corpi in grado di vibrare fino a svenire, ci pensa Margherita Carducci, in arte Ditonellapiaga.

E’ uscito il 10 dicembre Morphina, il suo nuovo singolo per Dischi Belli/BMG, un brano pop dalle tinte elettroniche e dance, un elettrizzante groviglio di suoni sintetici e parole chimiche, su un beat ipnotico che ci cattura come mosche in una ragnatela.

Morphina è quanto di più vietato nel 2020.
È tutto ciò che mi manca della vita vera e che desidero quando penso al futuro: una cassa dritta, una pista da ballo e le mie mani sulle tue mani, sulle sue mani, sulle mani di lei, di lui, di tutti.

Baciarsi, toccarsi, e scomparire tra le braccia, le cosce e le labbra del mondo intero per restarci per un po’, quanto basta, quanto ci serve. E a me serve tanto.
Un bisogno matto e disperatissimo.

Ditonellapiaga ha capito benissimo che non è più il momento di utilizzare giri di parole o di inventare salti mortali linguistici per non correre il rischio di turbare qualcuno: usando sì una metafora, ma quanto più lontano possibile da trasposizioni simboliche edulcoranti, Morphina parla di sesso.

E con un sound, firmato dal duo romano BB prod, evoca quel processo di reazioni chimiche che si propaga nel corpo, come uno stupefacente, per arrivare a un’esperienza inebriante, estatica, prepotentemente fisica.

Sudori, umori, grida di piacere e gioia liberatoria.
Come quando, nel cuore di una meravigliosa notte in un club, si balla fino allo sfinimento, con i corpi attaccati l’uno all’altro.

Morphina è la corporeità dimenticata, la carnalità impetuosa e travolgente che preme per tornare a celebrare la vita.

0

Potrebbe interessarti