La replica di Sferaebbasta all’immane tragedia al concerto alla Lanterna Azzurra di Corinaldo

Questa notte, attorno all’una, si è consumata una tragedia che ricorda fin troppo quella di Torino. Nel locale Lanterna Azzurra, sito in Corinaldo nell’anconetano, avrebbe suonato in tarda serata il noto trapper Sferaebbasta; il locale era dunque assiepato di giovani e giovanissimi. Qualcuno – la cui identità è al vaglio degli inquirenti – ha spruzzato dello spray urticante, causando il panico nella folla. Secondo quanto riportato ad ANSA da un testimone, la mole di persone si sarebbe riversata contro le uscite di sicurezza, che, però, pare fossero serrate per impedire l’accesso dall’esterno. Nel fuggi fuggi generale, le vittime da schiacciamento sono risultate essere sei, cinque giovani e la madre di una ragazza: Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Matttia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia e mamma Eleonora Girolimini, 39 anni. Pare che la capienza della discoteca Lanterna Azzurra, che in quel momento conteneva ben 900 persone, fosse al di sopra della soglia consentita dalle norme di sicurezza.

Si ricorda inoltre che il Comune di Corinaldo ha istituito un numero di emergenza per qualsiasi tipo di richiesta e informazione relativo alla tragedia della discoteca Lanterna Azzurra. Chiunque abbia necessità di informazioni o di comunicazioni specifiche può chiamare il numero: 368 747 16 97

Immediate le reazioni del web, a partire dallo stesso Sferaebbasta, di cui peraltro ieri è stato il ventiseiesimo compleanno:

Di seguito un video che mostra i primi momenti della tragedia:

2018-12-08T12:23:41+00:00 8 dicembre 2018|News|0 Commenti