Luci d’America – Ritorno al passato per Ligabue? Scopriamolo

E’ in radio e download digitale, da oggi, 11 gennaio 2019, Luci d’America, il primo singolo estratto dal dodicesimo disco d’inediti di Ligabue in uscita a marzo (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music). Lunedì 14 gennaio verrà invece rilasciato il video del brano, girato in California.

Il nuovo singolo vede la produzione del romano Federico Nardelli, noto ai seguaci della nuova scena cantautorale italiana, quella del giro “indie” per intenderci, per aver prodotto gli album di Gazzelle e Galeffi.

Con Luci d’Amercia Luciano Ligabue ripercorre gli stilemi classici del suo rock. La tipica timbrica vocale del cantante va ad appoggiarsi su una strumentale ben congeniata che tra intelaiature ritmiche, basso distorto e minimali bordate chitarristiche  va a rendere il pezzo una perfetta canzone da viaggio, in perfetta linea con l’argomento della lirica. Il ritornello, aperto ed esplosivo, riesce a risultare coinvolgente nonostante una dinamica vocale non ottimale nel contesto.

Il pezzo va ad assestarsi sugli stilemi musicali tipici che l’artista di Correggio offre ormai da anni, senza portare alcuna innovazione o ventata di freschezza nella sua discografia. Traccia nella media musicale della sua offerta tendenziale, va ad affastellarsi tra le molte già rilasciate dal musicista senza spiccare in personalità o trovate musicali.

In conclusione, con “Luci D’America” ci ritroviamo di fronte al solito Luciano Ligabue, senza cambi di rotta, variazioni o nuove ricerche. Un pezzo che non dispiace nell’ascolto, allo stesso tempo, non stupisce.

 

Lorenzo Natali

Lorenzo Natali

Amante della musica e dell’arte in tutte le sue forme. Studente di lettere, musicista e compositore (forse un giorno anche in modo professionale) ma, soprattutto, eterno eccessivo pensatore. Tendenzialmente bonario ed aperto ad ogni sound, raramente critico in modo cinico e accanito tanto da doversi sottoporre a censura. Forse, però, è meglio così….

2019-01-11T12:49:17+00:00 11 Gennaio 2019|News|0 Commenti