Per uno si tratterà di un ritorno, per l’altro di un debutto. Santana e Ringo Starr sono i primi artisti confermati all’edizione celebrativa per il cinquantennale del festival di Woodstock, organizzato dal Bethel Woods Center for the Arts presso la location che nel 1969 ospità la leggendaria tre giorni di pace, amore e musica. Il vituoso delle sei corde messicano naturalizzato statunitense si esibì all’edizione originale del festival Woodstock il 16 agosto, dopo la Keef Hartley Band e prima dei Canned Heat, mentre Ringo – in quei giorni tecnicamente ancora in forze nei Beatles, sebbene ormai prossimi alla separazione, comunicata ufficialmente solo un anno dopo – all’epoca fu costretto a rinunciare a salire sul palco della manifestazione per ragioni mai del tutto chiarite: sebbene in agosto l’addio alle scene dei Fab Four fosse già stato sancito dallo storico rooftop concert sul tetto della Apple, a Londra, negli anni si sono fatte strada le ipotesi più disparate, secondo le quali il rifiuto del quartetto di Liverpool sarebbe stata da imputare o a una richiesta di Lennon (che, contattato dagli organizzatori, avrebbe preteso l’invito a Bethel anche della Plastic Ono Band), o a problemi dello stesso Lennon con l’ufficio immigrazione statunitense.

Fonte Rockol