”Urlo Gigante” di Gulino, la recensione

di Leslie Fadlon

E’ arrivato “Urlo Gigante”, l’album d’esordio – da solista – di Gulino, la voce inconfondibile dei Marta Sui Tubi. Il disco, pubblicato da Woodworm/Universal, è stato prodotto da Fabio Gargiulo, e racconta l’evoluzione coerente del percorso musicale e umano dell’artista siciliano, a partire da quanto seminato e raccolto con la band di cui è stato la voce per oltre quindici anni di carriera. Il disco vede il featuring di Veronica Lucchesi de La Rappresentante di Lista che canta nella traccia “Lasciarsi insieme”, gli arrangiamenti degli archi sono di Davide Rossi (Coldplay, U2).

Il lavoro nasce da una sorta di ricerca ‘’speleologica’’ all’interno dell’Io dell’autore. Si tratta di una testimonianza artistica di un uomo che ha imparato a confrontarsi con la triplice dimensione di padre, compagno e amante. La costante scoperta di nuove emozioni e l’incessante riposizionamento nelle dinamiche familiari hanno guidato Gulino nella scrittura del suo primo album. Come i ricordi della propria infanzia vengono riletti alla luce della nuova dimensione di genitore, così in “Urlo Gigante” quel sound immediatamente riconoscibile che ha reso i Marta sui Tubi una delle più fulgide realtà del rock italiano viene irrorato con soluzioni autoriali inedite e una veste artistica calata nella contemporaneità. Accompagnato nell’opera di scrittura dal compositore e pianista Andrea Manzoni, Gulino è riuscito a cesellare un suono mutevole e ricco di peculiarità, in cui l’uso funzionale e centellinato dell’elettronica si innesta sulla forma canzone (pop) rock per disfarla e arricchirla. Le innumerevoli sfumature della voce limpida e unica di Giovanni – come sempre protagonista di loop e sopraffini incastri fra controcanti – insaporiscono testi profondi e gravidi di suggestioni, dove ogni parola viene soppesata per caricarsi di significati mai univoci.

Il disco

‘’Urlo gigante’’ si apre con la dolcissima ‘Bambi’, strutturata sulla bellezza delle scintille generatrici del sentimento più potente, l’amore. Si cantano la sua verità, la sua forza, le promesse e la fiducia. Concetti sintetizzati così: ‘’Non-voglio prometterti più di quel che posso darti/ma voglio darti di più di quello che ti aspetti’’.

Segue una chitarra ad aprire ‘Un grammo di cielo’, brano sensuale e malinconico, che scivola fluido tra immagini, sapori, odori, ricordi. L’intensità della canzone appena ascoltata si incontra con ritmi più funk mentre prende avvio ‘Fammi ridere’: ‘’lasciar la gente più bella di come l’hai incontrata’’ è una frase eloquente. ‘Albergo a ore’, la quarta traccia, ha un sapore leggermente blues; ‘Parapiglia’ contiene dei giochi che ci ricordano bene la carriera di Gulino nei Marta Sui Tubi e alle loro canzoni super intricate.

La sesta traccia si intitola ‘Sto’e segue il mood delle precedenti, mostrandoci, nei contorni di sonorità rock incisive, un testo dedicato a quella sensazione di svegliarsi costantemente di lunedì.’Dormiveglia’ viaggia in modalità zen mentre si percorre l’auto-odio, mentre ‘Tra le dita’ canta una storia d’amore che non deve finire ed il ripetersi di situazioni in grado di essere superate solo dal prevalere del sentimento sulla ragione. ‘Lasciarsi insieme’ nasce dalle note di un pianoforte e si espande sull’ipotesi del restare, per poi, appunto, lasciarsi insieme. La voce di Gulino si intreccia con quella di Veronica Lucchesi de La Rappresentante di Lista. Ed è un vortice esplosivo. Siamo alla penultima traccia di questo ‘’Urlo gigante’’ed è il tempo di ‘Sballamore’, che narra abbracci, mani, la magia del contatto che poi si perde nel nulla quando l’amore finisce.

A chiudere il disco è ‘Il tempo lo dai tu, che ci regala sensazioni gradevoli nel suo ondeggiare mellifluo, in meno di due minuti di groove ricchi di frasi inneggianti alla speranza.

Il sapore di questo ‘’zucchero nuovo’’ è molto simile a quello che ci resta dall’ascolto di questo primo disco solista firmato Gulino. Un’opera realizzata con cuore e maestria, degna di un artista che sceglie di continuare a regalarci continue emozioni

Qui le date dell’Urlo Gigante Tour

21 Marzo – Bologna @Locomotiv Club

26 Marzo – Torino @Hiroshima Mon Amour

27 Marzo – Brescia @Latteria Molloy

3 Aprile – Palermo @I Candelai

15 Aprile – Milano @Santeria Toscana 31

16 Aprile – Roma @Spazio Rossellini

18 Aprile – Livorno @The Cage

Tracklist ‘’Urlo Gigante’’

1. Bambi

2. Un grammo di cielo

3. Fammi ridere

4. Albergo a ore

5. Parapiglia

6. Sto

7. Dormiveglia

8. Tra le dita

9. Lasciarsi insieme

10. Sballamore

11. Il tempo lo dai tu

0

Potrebbe interessarti