Cosa unisce i Beatles e Katy Perry? Cosa hanno in comune i Red Hot Chili Peppers e Gwyneth Paltrow? Star della musica e del cinema sono ormai coinvolte nel mistico mondo della meditazione trascendentale.

Federico Traversa, giornalista e scrittore, è rimasto folgorato anni fa, in una intervista a David Lynch che ha un qualcosa di epifanico. Parlando con il regista di Twin Peaks ha scoperto infatti come il mondo della meditazione trascendentale sia molto diverso da ciò che sembra, non solo legato al misticismo orientale, ma una vera e propria dottrina in grado di mostrare i propri effetti benefici in molti ambiti.

Anzi, secondo Lynch questa pratica potrebbe rivelarsi fondamentale nella costruzione utopica di una pace mondiale, attraverso la capacità della meditazione di diminuire l’aggressività delle persone, caratteristica dimostrato nell’applicazione su alcuni carcerati.

Nasce così l’idea di Traversa per la realizzazione di un volume, dal titolo BOOM! Viaggio nella meditazione trascendentale, proprio per raggiungere una maggiore comprensione del fenomeno. Il primo capitolo, incipit del lungo racconto della ricerca dell’autore, accoglie il lettore proprio citando le molte celebrità coinvolte in questa pratica diffusa ormai anche in Occidente.

Per comprendere quanto il legame tra creatività e meditazione sia davvero forte, possiamo citare Rick Rubin, nome che forse al pubblico meno esperto dirà poco, ma che agli appassionati porterà in mente davvero tanti lavori. Rubin è infatti uno tra i produttori musicali più famosi e geniali: l’aspetto da hippie di fine millennio e le sue
intuizioni sempre un passo avanti agli altri, lo hanno fatto assurgere al
ruolo di assoluta rockstar, almeno quanto i musicisti con cui lavora.
Tra i suoi lavori si annoverano Licensed to Ill dei Beastie Boys, Reign in Blood degli Slayer, Californication dei Red Hot Chili Peppers, Minutes to Midnight dei Linkin Park, Death Magnetic dei Metallica, 13 dei Black Sabbath, tutta la serie dei monumentali American Recordings di Johnny Cash, The Marshall Mathers LP 2 di Eminem e 21 della popstar inglese Adele.

Forse il prossimo nome saprà dirvi di più: Beatles. La celebre band inglese è protagonista all’interno del volume di un intero capitolo, dedicato all’incontro della celebre band non solo con la pratica della meditazione, ma con uno dei maestri che hanno contribuito nella diffusione della pratica in Occidente, Maharishi Mahesh Yogi.

BOOM! Viaggio nella meditazione trascendentale si rivela così un volume in grado far incontrare mondi diversi, unendoli in una inedita comunione.