Alla veneranda età di 78 anni, per la prima volta Giorgio Moroder affronterà il suo primo tour. L’artista toccherà 15 città europee tra cui 3 città italiane: Milano, Firenze e Roma.

“È una cosa che avevo sempre desiderato fare. I fan hanno continuato a chiedermi se ci fosse la possibilità di un vero tour. In passato era impensabile che i produttori abbandonassero i loro studi di registrazione. Quel territorio era riservato ai cantanti. Oggi, invece, produttori e dj sono diventati le superstar della musica dance popolare, quindi sembra il momento giusto per me e io sono estremamente eccitato di poterlo finalmente fare”

“Celebration of the ‘80’s tour” è il nome del tour di Giorgio Moroder previsto per aprile e maggio 2019, tutte le date del tour:

1 aprile Symphony Hall, Birmingham
2 aprile – Eventim Apollo, Londra
4 aprile – Royal Concert Hall, Glasgow
5 aprile – O2 Apollo, Manchester
8 aprile – 3Arena, Dublino
10 aprile – Ancienne Belgique, Bruzelles
12 aprile – Mitsubishi Electric Halle, Dusseldorf
14 aprile – Jahrhunderthalle, Francoforte
15 maggio – Papp Laszlo Arena, Budapest
17 maggio – Teatro Ciak, Milano
18 maggio – Nelson Mandela Forum, Firenze
19 maggio – Auditorium Parco delle Musica, Roma
21 maggio – Paradiso, Amsterdam
22 maggio Grand-Rex, Parigi

Va doverosamente ricordato che Giorgio Moroder è uno dei più influenti musicisti viventi, con all’attivo centinaia di collaborazioni, fra cui quella con i Daft Punk nell’album Random Access Memories del 2012, tanto che il duo francese dedicò al compositore la traccia Giorgio By Moroder. Maestro del sintetizzatore, iniziò la propria carriera negli anni ’70, comprendendo ben presto che la propria strada era nella musica elettronica. Autore di numerose colonne sonore, ricordiamo in particolare quella di Bastardi Senza Gloria di Quentin Tarantino del 2008, nonchè il remix del capolavoro di Fritz Lang, il visionario Metropolis del 1927. Ha peraltro collaborato alla stesura della soundtrack di La Storia Infinita di Wolfgang Petersen.