Fenomeno Taylor Swift: Top 5 canzoni

di Giulia Marcuzzi

Ha solo 31 anni, ma la cantautrice americana Taylor Swift ha un curriculum musicale da fare invidia anche ai grandi personaggi del mondo dello spettacolo.

Dal suo debutto nel mondo musicale nel 2006, la Swift ha collezionato fino ad oggi numerosissimi premi e riconoscimenti prestigiosi.

Risale al 2011 il suo Guinness World Record per il maggior numero di canzoni in classifica contemporaneamente di un’artista femminile.

È inoltre l’artista donna con più settimane (47 in totale) in prima posizione della classifica Billboard 200 nella storia, superando in questo modo il record precedentemente ottenuto da Whitney Houston (46 settimane).

Dopo i Beatles, Taylor Swift si rivela la prima cantante con almeno 5 album al numero uno per sette o più settimane consecutive nella Billboard hot200.

Abbiamo scelto 5 Top canzoni per ripercorrere insieme il successo di Taylor Swift:

1) Shake it off

Tratto dal suo album “1989” uscito nel 2014, questo singolo racconta una lezione che la Swift ha imparato negli ultimi anni. Come si ripete spesso nel brano, “questo è quello che dicono gli altri”, ma non è quello che realmente siamo. Elenca tutta una serie di critiche negative che le sono state mosse.

Le alternative sono due: abbattersi per il giudizio altrui oppure scrollarsi di dosso quello che ci viene detto. Taylor Swift ha scelto decisamente la seconda: “shake it off” appunto.

  1. Blank Space

Il secondo singolo estratto dall’album 1989 è Blank Space, che vanta di aver quasi raggiunto 3 miliardi di visualizzazioni su Youtube, nonché la posizione numero uno nella Billboard Hot 100.

Come si evince dal videoclip, anche in questo caso la cantante prende in giro la visione che hanno gli altri di lei. Personifica una donna crudele e senza cuore, critica che le è spesso stata fatta dai tabloid americane in riferimento alle sue relazioni sentimentali.

Nel 2015 si aggiudica la statuetta agli MTV VMAs nelle categorie miglior video femminile e miglior video pop.

Dai critici musicali questo brano è definito il migliore della carriera musicale di Taylor Swift e il suo carattere autoironico viene definito un’arma vincente.

Ringraziamo gli haters allora!

3) Bad Blood ft. Kendrick Lamar

Un’altra conferma di come a Taylor Swift piaccia giocare con i ruoli da cattiva e in generale di come si diverta con la sua immagine.

In collaborazione con Kendrick Lamar, nel brano “Bad Blood” la Swift parla di un rapporto con una persona con cui scorre cattivo sangue. Tante le ipotesi dei tabloid in merito a chi si stesse riferendo. A quanto pare però sarebbe nuovamente da associare al rapporto conflittuale con gli haters, nonché al voltafaccia di un caro amico che può spezzare il cuore tanto quanto come la fine di una storia d’amore.

4) Look What You Made Me Do

“Look What You Made Me Do” è il primo singolo tratto dall’album “Reputation”, il suo sesto album (!), uscito a novembre 2017.

Il brano ha scalato immediatamente le classifiche aggiudicandosi vari record, tra cui singolo più ascoltato in un giorno su Spotify – con oltre 8 milioni di streams, rendendo la Swift la cantante più ascoltata nella storia della piattaforma in sole 24 ore. Anche su Youtube ha registrato il record di video più visto in un giorno.

La prima scena del video cattura l’immagine della tomba della reputazione di Taylor Swift (“here lies Taylor Swift’s Reputation“), esasperata da tutte le critiche mosse sul suo personaggio nel corso dei suoi 10 anni di carriera.

Il video si rivela una carrellata di immagini e riferimenti alle accuse mosse contro di lei dai tabloid. Della sua reputazione ne fa addirittura un album.

  1. cardigan

“Cardigan” è il singolo tratto dall’ultimo album “Folklore” (approfondito qui: https://www.insidemusic.it/taylor-swift-folklore/), scritto durante il lockdown e pubblicato nell’estate del 2020.

Nuovo brano, nuovi record: con cardigan diventa la prima artista in assoluto a debuttare contemporaneamente al vertice della Hot 100 e della Billdboard 200.

Come abbiamo visto nei video precedenti, alla Swift piace giocare con il suo aspetto fisico e interpretare vari personaggi. Questa volta invece la troviamo con uno stile più sobrio e in un paesaggio bucolico. Il suo pianoforte si rivela l’ingresso per un mondo magico e la sua ancora di salvezza durante una tempesta in mezzo al mare.

0

Potrebbe interessarti