“Storia di un uomo”, il primo EP dei 43.NOVE: la recensione

di Leslie Fadlon

Esce oggi, lunedì 19 aprile, “Storia di un uomo”, il primo EP dei 43.NOVE, con l’etichetta Bonnot Music e la produzione di Bonnot (già a lavoro con Assalti Frontali, Colle Der Fomento, Inoki, Dj Gruff e con collaborazioni come quelle con Caparezza, il leggendario duo newyorkese Dead Prez, Talib Kweli, Prodigy (dei Mobb Deep), Snoop Dogg, Gary Clark Jr). “Storia di un Uomo” è un viaggio che, passando dalla prima canzone e arrivando all’istante finale dell’ultimo brano intreccia e tesse la pelle, gli occhi e le orecchie del proto-uomo creato dai due giovani artisti. Irriverenti, sfacciati ma allo stesso tempo profondi e con ideali che promettono di diffondere, riuscendo già nel loro piccolo a creare un movimento, una linea concreta che attraversa i generi e che si disinteressa completamente degli appellativi e della ricerca spasmodica di dover etichettare e categorizzare l’arte, i 43.NOVE sono un duo versiliese formatosi durante il Lockdown. Nell’estate 2020 sono riusciti a farsi conoscere grazie alla release del loro primo singolo “80Estate” e a diversi concerti suonati nei palchi più importanti della Versilia, con un seguito di pubblico che è cresciuto live dopo live. “Storia di un uomo” è il loro primo Ep.

Così Cristiano ed Elia descrivono il tema centrale del loro lavoro artistico:

”Storia di un Uomo è tutta l’ordinaria follia che c’è, esiste e bolle dentro ognuno di noi, con uno squarcio di vista estemporaneo sulla realtà ma dinamico come un pendolo della battaglia duale. Passando dalle consapevolezze più grandie più astratte alle piccole scomode e intime insicurezze, è un viaggio che dura una vita, segnata dalle scelte di un semplice uomo che riesce a stupirsi ancora della bellezza delle cose.”

I 43.NOVE aprono l’Ep con la breve ma intensa “Intro(adolescenza)” che ci accoglie soave, con piano e voce, per parlarci di una sensazione galleggiante, come quella che si potrebbe provare nel chiedere un autostop sulle nuvole. “Capita Alle Volte” è la seconda traccia di questo lavoro e vede il duo versiliese collaborare con Brus Dmc, il quale mescola strofe rap al cantato pop del brano. È una canzone d’amore, leggiadra, giovanile, morbida. Siamo giunti alla terza traccia ascoltando “Immagini”, featuring Whosnich. Le immagini sono quelle della persona amata, mentre la giornata procede tra ansia e scelte frettolose. “Storia Di Un Uomo” chiude l’omonimo Ep e racconta riflessioni introspettive sull’esistenza, amalgamando immagini piene di luce a un sound che mescola influenze r’n’b al pop, fino al soul. I 43.NOVE mettono in questo brano una forte passionalità e una gran voglia di vivere, e di farlo raccontandone le varie sfaccettature attraverso la musica, come quella delle quattro tracce di ‘’Storia di un uomo”.

Tracklist “Storia di un Uomo”

01 – INTRO

02 – CAPITA ALLE VOLTE (feat. Brus Dmc)

03 – IMMAGINI (Feat. Whosnich)

04 – STORIA DI UN UOMO

0

Potrebbe interessarti