Si è chiusa con straordinario successo, incoronato da un doppio sold out, la decima edizione di Spring Attitude, il Festival Internazionale di Musica Elettronica, Cultura Contemporanea e Nuove Tendenze che dal 10 al 12 ottobre ha animato la Capitale in due luoghi simbolo dell’arte e della cultura dei nostri giorni: il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo e l’ex Caserma Guido Reni, sede temporanea di Videocittà – Festival della Visione e dell’anteprima del festival.

Sono ben diecimila le persone che hanno partecipato a questa tre giorni di suoni urbani, ritmi globali e performance multimediali che ha visto esibirsi i nomi più acclamati e interessanti della scena elettronica internazionale e della nuova onda italiana, senza limiti di genere o categorizzazione.

Dopo l’anteprima di giovedì 10 con Shigeto, Spime.im, Arssalendo e SA Soundsystem, si sono infatti alternati sui tre palchi di Spring Attitude Festival (Molinari Stage, Nastro Azzurro live Stage e Auditorium) in un MAXXI sold out per due giorni –  venerdì 11 e sabato 12 – artisti del calibro di Laurent Garnier, Ellen Allien, Andrew Weatherall, IVREATRONIC, M¥SS KETA, Massimo Pericolo, Rancore, Venerus & His Orchestra, Giorgio Poi, Dressel Amorosi, Massimo Martellotta (Calibro35), Mai Mai Mai, C’Mon Tigre, Elena Colombi, Altarboy, Planningtorock, Elephantides, Il Tre, Weval e Darrn.

Un grande traguardo di affluenza che conferma l’amore del pubblico, proveniente da ogni parte d’Italia e non solo, per il festival: non poteva esserci modo migliore per festeggiare insieme una primavera lunga 10 anni.

A cura di Adriana Santovito