Ho fatto un selfie con diavoli e Santi
ho fatto un selfie con belli e con brutti
ho fatto un selfie che non sa nessuno
ho fatto un selfie che lo sanno tutti
ho fatto un selfie con un tipo strano
in una folla con migliaia di persone
la situazione mi è sfuggita di mano
mi son scordato di chiedergli il nome.

Ho fatto un selfie con un vigile urbano
che me l’ha chiesto dopo avermi multato
e qualcosa è proprio il caso di dire
che ho fatto un selfie cornuto e mazziato.

Ho fatto un selfie col sorriso finto
di chi sorride in quell’istante soltanto
ho avuto ? per risparmiare tempo
ma è sempre meglio farlo che non farlo.

Con il selfie c’è da stare attenti
perché non sempre lo si può accordare
senza richiedere i documenti
voce del verbo discriminare
ma se finora non ho mai sopportato
? parla di discriminazione
col selfie forse mi sono sbagliato
e allora inizia la mia confessione.

Ho fatto un selfie con Robert De Niro
Ho fatto un selfie con Martin Scorzese
Con Lino Banfi, Ficarra e Picone
all’aeroporto di ?
Ho fatto un selfie senza controllo
Ho fatto un selfie con un controllore
Ho fatto un selfie con un inquisito
e con il coro dell’inquisitore.

Ho fatto un selfie con Bertinotti
con le mie gru per Graziano del Rio
Ho fatto un selfie con Marco Travaglio
Ho fatto un selfie con Johnny Stecchino
Ho fatto un selfie con Barbara D’Urso
fuori all’ingresso di un supermercato
Ho fatto un selfie con un certo Salvini
ad un concerto di Edoardo Bennato.

Con il selfie c’è da stare attenti
perché non sempre lo si può accordare
senza richiedere i documenti
voce del verbo discriminare
io prendo atto della discriminazione
a questo punto penso di aver capito
e con i miei selfie ho commesso un reato
ma non sono certo di esser dipartito.

Ho fatto un selfie coi tre moschettieri
con quattro gatti e cinque grillini
coi sette nani di Biancaneve
e con i Guelfi e i Ghibellini
Ho fatto un selfie con diavoli e Santi
ho fatto un selfie con belli e con brutti
ho fatto un selfie che non sa nessuno
ho fatto un selfie che lo sanno tutti