ROCKIN’ TWENTIES, HARD SUN DI EDDIE VEDDER

di Dafne D'Angelo

Da un’idea di Diego Dessi nasce Rockin’ Twenties. Durante questo periodo di quarantena la voglia di musica non è mai passata e si è scelto di lanciare una call molto particolare. L’invito è stato quello di riunire -ognuno da casa propria – musicisti e seguaci del rock per realizzare insieme la cover di un brano intramontabile. “Hard Sun” di Eddie Vedder ha così preso vita attraverso venti personalità di Carpi (provincia di Modena).

Tra i personaggi più in vista per quanto concerne il panorama musicale notiamo il carismatico e sempre energico batterista Max Po , il chitarrista e cantautore Nicholas Merzi, la raffinata e grintosa cantante Betta Sacchetti, il musicista e cantante Eugenio Paltrinieri e tanti altri. Pur non essendo tutti musicisti, il risultato finale è potente e ricco di energia positiva.

Con un videoclip fruibile su Youtube il brano di Eddie Vedder ha così ripreso vita regalando gioia. Questo progetto è quel che ci vuole per approcciarsi con il giusto umore alla fase 2 di questa quarantena che ci ha messi alla prova, ma da cui usciremo. Fuori di qui ci sarà un enorme sole pronto a illuminarci.

Il testo scelto per il brano è inoltre emblematico. Ricordiamone alcune parole.

of her garden and her sun so I tried to warn her i’ll turn to see her weep  40 days and 40 nights and it’s still coming down on me

there’s a big a big hard sun a big
A big hard sun
Beaten on the big people
In the big hard world

0

Potrebbe interessarti