Nella cornice del Rock in Roma, all’Ippodromo delle Capannelle, si sono esibiti i Pinguini Tattici Nucleari assieme ai Joe Victor. In apertura l’esordiente Megha.

I Pinguini Tattici Nucleari calcano le scene dal 2013, anno in cui decisero di “rivoluzionare il mondo dell’indie rock”. Nell’intervista che il leader della band bergamasca, attualmente in tour per la promozione dell’album “Fuori dall’Hype”, Riccardo Zanotti, ci ha rilasciato:

Noi, non ci sentiamo di rappresentare nulla al di fuori di Noi stessi.
Scrivo io le canzoni e siamo noi che le arrangiamo, le suoniamo e cerchiamo sempre di rappresentare al meglio quello che abbiamo dentro, cercando di comunicare chi siamo e quello che siamo Noi al di fuori della sala prove, senza mai darci nessun manifesto se non noi stessi.

Attualmente i Pinguini Tattici Nucleari hanno tre album all’attivo: Il Re è Nudo del 2014, Diamo un Calcio All’Aldilà del 2015, e lavoro che ha portato loro notorietà, oltre a Fuori Dall’Hype.

Joe Victor, invece, ha/hanno fatto della musica suonata, vecchio stile, fatta di sudore, il loro marchio di fabbrica. Amanti dei colori contrastati, della gioia, e del jazz, sono nati nel 2014, inizialmente come band residente in vari locali della capitale, facendo anche dell’inglese e dell’internazionalità il loro vessillo. Il primo lavoro Blue Call Pink Riot uscì nel 2015 per Bravo Dischi, seguito da un lunghissimo tour di oltre duecento date che li ha portato fino allo Sziget e in Austria; nel 2017 hanno registrato il loro secondo album, con sonorità folk, caleidoscopiche, ma anche indie, Night Mistakes, ancora per Bravo Dischi ma distribuito da Believe Digital. Opening act è stato Megha, esordiente che ha appena rilasciato il suo nuovo album, Superquark, e appartenente alla scuderia curata da Asian Fake. Ecco la scaletta del concerto dei Pinguini Tattici Nucleari :

Tetris
Nonono
Le gentil
La strategia della tenzone
Lake Washington Boulevard
Fuori dall’hype
Sashimi
Gioventù brucata
Verdura
Antartide
Cancelleria
Bagatelle
Freddie

Sciare
Irene