A dicembre Luca Turilli e Fabio Lione annunciarono il nuovo progetto insieme agli ex-membri dei Rhapsody, escluso Staropoli. Phoenix Rising è il primo singolo dell’album in uscita questa estate per Nuclear Blast, Zero Gravity (Rebirth And Evolution).

Ricostruire le diramazioni che hanno tratto origine dalla band originale Rhapsody inizia a diventare un’operazione difficile, e forse fine a se stessa. Limitiamoci a constatare che scioltisi i Luca Turilli’s Rhapsody e finito il Farewell Tour, Turilli e Lione hanno deciso di continuare insieme il percorso musicale insieme a tutti i membri della band originale, escluso Alex Staropoli (che ha invece appena rilasciato The Eight Mountain con i suoi Rhapsody Of Fire, capitanati da Giacomo Voli).

A questo punto, l’unica cosa da fare per lasciare da parte le polemiche è far parlare la musica. La pennellata di Turilli è dominante, e caratterizza questo primo assaggio del progetto con una continuità evidente con gli scomparsi Turilli’s Rhapsody: la tematica di ricerca spirituale e il video apocalittico/fantascientifico sono l’ultimo tassello di un percorso iniziato lontano, dal solista Prophet Of The Last Eclipse al progetto Dreamquest, fino all’ultimo Symphonia Ignis Divinus.

In particolare, da Prometheus sono derivati due aspetti dominanti: la sovraincisione cristallina e potente di molte tracce acustiche, elettriche, sinfoniche, elettroniche, alcune anche solo appena percettibili, che fanno presagire un futuro mix in Dolby ATMOS come già accaduto per Prometheus; in secondo luogo, le ritmiche a metà strada tra il mondo power “neoclassico” del passato e il riffing più variegato del metal recente.

Rispetto a Conti, la voce di Lione non viene schiacciata dal mare di strumenti e anzi mantiene un’assoluta predominanza: la scelta di valorizzare la linea vocale è netta, e più che mai corretta vista la qualità sempre eccelsa delle prestazioni del frontman. Si fa più spinta poi l’elettronica, in particolari con l’uso di arpeggiatori synth e campioni, aspetto interessante e che caratterizza molto del rock e del metal da classifica di questi anni.

È presto per giudicare l’album in arrivo, anche se già è chiaro che i featuring posso rivelarsi uno degli aspetti vincenti del lotto. Questa la tracklist resa nota dalla casa discografica:

01. Phoenix Rising
02. D.N.A. (Demon And Angel) [feat. Elize Ryd degli Amaranthe]
03. Zero Gravity
04. Fast Radio Burst
05. Decoding The Multiverse
06. Origins
07. Multidimensional
08. Amata Immortale
09. I Am [feat. Mark Basile | DGM]
10. Arcanum (Da Vinci’s Enigma)
Bonus Track
11. Oceano [feat. Sascha Paeth | Avantasia & Arne Wiegand | Santiano]