E’ uscito il 16 novembre del 2018 il primo greatest hits – sebbene sui generis – di John Mellencamp, per Universal Music Canada.

Canzoni registrate in quaranta anni di carriera, raccolte nella sua lunghissima produzione (24 studio album), e pescate tra compilation e tributi vari, assemblate fino a comporre ‘Other People’s Stuff’. Mellencamp è tra i cantautori americani più rinomati, gli va dato merito di aver esportato il suono tradizionale country e folk al di fuori dei confini, collezionando ben 40 milioni di copie vendute. Bob Dylan, Bruce Springsteen, Johnny Cash e Rolling Stones, nelle canzoni di Johnny Cougar (suo primo nome d’arte) emergono le sue influenze amalgamate dallo storyteller originario dell’Indiana (nato nella piccola contea di Seymour), che ci regala l’intensa performance di ‘Eyes On The Prize’ che John suonò nel 2010 alla Casa Bianca, richiesta dall’amministrazione Obama, in occasione del Celebration Music From The Civil Rights Movement. Di Stevie Wonder ‘I Don’t Know Why I Love You’ e di Vernon Dalhart ‘Wreck Of The Old 97’, cantautore texano tra i primi ad aver successo con la musica country. ‘Other People’s Stuff’ è indirizzato agli estimatori di Mellencamp e del suono tradizionale americano, non è il greatest hits ad uso e consumo del periodo natalizio, ma vuole rappresentare un credibile spaccato del cantautore di ‘Human Wheels’.

Stefano Giacometti

john mellencamp other people's stuff

  1. To The River (originally from 1993’s Human Wheels)
  2. Gambling Bar Room Blues (originally from 1997’s The Songs Of Jimmie Rodgers – A Tribute)
  3. Teardrops Will Fall (originally from 2003’s Trouble No More)
  4. In My Time Of Dying (originally from 1997’s Rough Harvest)
  5. Mobile Blue (originally from 2017’s Sad Clowns & Hillbillies)
  6. Eyes On The Prize (originally performed at The White House in 2010)
  7. Dark As A Dungeon (originally from the 2017 National Geographic Channel documentary From The Ashes)
  8. Stones In My Passway (originally from 2003’s Trouble No More)
  9. Wreck Of The Old 97 (originally from 2004’s The Rose and The Briar)
  10. I Don’t Know Why I Love You (originally from 2003’s An Interpretation Of Stevie Wonder’s Songs)