Nuove etichette per la Universal Music Italia: una strategia per seguire il circuito pop

Un comunicato stampa diffuso dalla label recita:

L’evoluzione del mercato discografico, insieme ad un momento di particolare fermento artistico, hanno naturalmente guidato la formazione di una nuova organizzazione del front line di Universal Music Italia, che possa garantire il necessario sviluppo del repertorio, insieme agli elementi di elasticità e dinamismo che le nuove sfide inevitabilmente richiedono.

A partire dall’11 giugno, 3 Label gestiranno autonomamente le proprie fonti di repertorio locale ed internazionale. Ogni Label avrà la responsabilità diretta di attività di ricerca artistica, di marketing e promozione.

Le nuove label che con i loro direttori agiranno all’interno di Universal Music Italia facendo capo al Presidente, Alessandro Massara, sono:

La ISLAND RECORDS, guidata da Jacopo Pesce

Universal Music Italia
La POLYDOR, guidata da Graziano Ostuni

Universal Music Italia

La VIRGIN RECORDS, guidata da Mario Sala

Universal Music Italia

Si tratta di un ritorno al passato, in quanto non si può non pensare a quando la ormai estinta Polygram apparteneva alla Universal.
Giulia Della Pelle
Giulia-della-pelle

Wannabe ricercatrice e wannabe scrittrice. Amante dell’improbabile e del surreale. Adoratrice del Sole e dei dati statisticamente consistenti.

2018-06-11T19:19:06+00:00 11 giugno 2018|News|0 Commenti