Nasce MUSICLIFE.LIVE il portale dedicato alla musica e all’arte

di Paola Pagni

In questo periodo difficile per la musica dal vivo nasce MUSICLIFE.LIVE, la nuova piattaforma digitale creata per la formazione professionale nello spettacolo

e nella musica, oltre ad essere un “luogo di incontro” per musicisti, cantanti, compositori, professionisti, produttori e tutti gli appassionali di musica.

Da un’idea di Astralmusic, il portale Musiclife.live (ideato durante il lockdown) permette di poter ascoltare un concerto live online, imparare uno strumento

musicale, partecipare a seminari di approfondimento, acquistare beat per fare musica, essere informato sui festi-val e sui vari casting, rimanendo sempre

connessi insieme ad altre persone che condivi-dono gli stessi interessi degli utenti.

Abbiamo scambiato qualche battuta con Giordano Tittarelli, fondatore di Astralmusic, per farci spiegare meglio quali opportunità ci offre questo innovativo portale.

Ciao Giordano, benvenuto su insidemusic e complimenti per questo vostro progetto: innanzi tutto cosa vuole essere MUSICLIFE.LIVE e cosa rappresenta per chi l’ha ideato?

Siamo partiti dal fatto che comunque questo è un periodo di allontanamento tra le persone e soprattutto dalla musica.

I musicisti si sono trovati un po’ smarriti e noi, avendo una società che fa consulenza per artisti, abbiamo avuto subito una testimonianza diretta dai musicisti che si sono sentiti così.

Quello che voleva essere questo portale è un luogo di incontro, non solo come social, ma un ambiente di scambio dove trovare anche nuove concrete opportunità di lavoro, carriera, e lezioni online.

In più c’è tutta una parte burocratica, riservata ai professionisti, che serve un po’anche per ridefinire la dimensione dell’artista che sembra essere stata un po’ dimenticata.

Nel portale abbiamo professionisti di tantissime discipline e di tutti i livelli, che come noi hanno deciso di farsi vedere continuando a dare il proprio contributo

portale musiclife

Quindi qual è l’utente tipo di Musiclife?

Il target in realtà è molto vasto, il portale è rivolto a tutti: sia allo spettatore che potrà trovare concerti online, sia lo studente che vuole approfondire materie musicali, sia al professionista che trova materiale su cui lavorare.

È un portale completo anche dal punto di vista professionale e che, anche se nato in una situazione di emergenza, rimarrà comunque un portale di primo contatto,

dove prendere appuntamenti che poi avverranno fisicamente, o dove l’utente si prenoterà per eventi live.

A noi interessa che sia più facile per le persone entrare in contatto tra loro.

Abbiamo avuto tantissime richieste infatti, proprio perché abbiamo aperto il nostro spazio a tutti, addirittura anche a chi fa bit musicali, per poi metterli in vendita.

In questo modo si crea un database estremamente completo a cui sia artisti che studenti possono accedere.

In più, fuori dall’ambito musicale abbiamo anche corsi di recitazione e doppiaggio.

portale muisclife

Quindi, se io fossi un utente che si vuole iscrivere ad un corso o rimanere aggiornato sulle vostre proposte, cosa dovrei fare?

Semplicemente andare sul sito e seguire il percorso in base alle tue esigenze.

Abbiamo anche un mini social network, concepito proprio per scambi di idee, richieste, scambiarsi messaggi privati, avere una propria bacheca, condividere le proprie produzioni etc.

I corsi e gli approfondimenti fatti sul sito, restano a livello di arricchimento personale o possono avere anche vere e proprie certificazioni?

È possibile fare entrambe le cose: ci si può anche iscrivere ad un corso mettendosi semplicemente in contatto con il docente;

se poi si desiderano avere delle certificazioni anche a livello europeo, attraverso un’altra accademia che ha aderito al progetto,

che è la National Music School di Londra, si seguono programmi specifici con loro per prendere appunto la certificazione online.

Ovviamente quando poi sarà possibile, gli esami potranno anche essere fatti in presenza.

La certificazione che si rilascia è valida in tutta Europa, come quella che viene rilasciato dal nostro conservatorio.

Come intendete promuovere questo progetto?

Adesso lo stiamo proponendo ai contatti già attivi presso la nostra agenzia (abbiamo praticamente l’80% dei turnisti in Italia),

ed  in più stiamo mandando la nostra proposta alle Accademie per fare anche con loro delle master class online.

Poi stiamo anche organizzando incontri, Covid permettendo, come il Blue Box a Roma e diverse cose ancora da definire perché purtroppo, in questo momento, non è facile organizzarci.

Beh direi che in questo momento, la possibilità di attingere a questo portale, è sicuramente un supporto alla musica ed ai musicisti,

così come a tutte quelle categorie di artisti che non devono in nessun modo essere dimenticate.

Un grosso in bocca al lupo a questo progetto, in attesa di tempi migliori.

0

Potrebbe interessarti