In occasione del tour 2018, l’artista jazz-fusion Mario Biondi si è esibito al Teatro Openjobmentis di Varese nella presentazione di Brasil, nuovo disco.

Mario Ranno è nato il 28 gennaio 1971 a Catania, ed ha iniziato la sua carriera musicale come corista in chiesa. Da sempre preferisce l’inglese all’italiano: si è specializzato nell’anglofonia quando ancora era un dodicenne. Precocissimo, già nel 1988 era corista spalla di Ray Charles, e già della sua passione per la musica soul aveva fatto un lavoro. Inizia a collaborare nei primi duemila con Chicco Capiozzo e Michele “Mecco” Guidi, con i quali incide l’album “Whisky a go-go” nel 2003.

Nel 2006 pubblica il suo album di debutto, Handful of Soul, inciso col gruppo High Five Quintet che ottiene eccellenti risultati di vendita grazie a “This is what you are”. Indimenticabile poi la sua collaborazione con lo scomparso Alex Baroni, talentuoso cantautore, interpretandone “L’amore ha sempre fame“. Da lì, la carriera di Mario Biondi fu in discesa: Sanremo 2007 con Amalia Grè e l’album con la Duke Orchestra  (I Love you more-LIVE), mentre del 2009 è il disco di inediti If. Ha partecipato anche ad alcune colonne sonore, come quella degli Aristogatti nel 2008 e si è anche cimentato nella professione di doppiatore, doppiando il brigante Uncino in Rapunzel. Nel 2015 è poi uscito Beyond, la cui produzione è stata curata in collaborazione con musicisti quali i Dap-Kings (gruppo musicale funk/soul di Brooklyn già al fianco di Amy Winehouse e di altre voci internazionali).

Attualmente Mario Biondi ha da poco pubblicato il proprio dodicesimo album in studio, Brasil, contenente il singolo I Wanna Be Free, assieme ai Quintorigo, caratterizzato dai tipici suoni jazzistici. Nell’album Mario Biondi canta in quattro lingue: portoghese, francese, inglese e italiano. Il disco propone diverse cover della musica popolare brasiliana riadattate o tradotte per l’occasione. Da supporto alla voce baritonale di Biondi sono i Quintorigo, band italiana prog/jazz.

Testo a cura di Giulia Della Pelle

Photogallery di Massimo Tuzio