Marilyn Manson e il suo show mefistofelico incendiano il Postepay Sound Rock in Roma

Marilyn Manson è piombato sul palco del Postepay Sound Rock in Roma con il suo show mefistofelico, travolgendo tutti i presenti con un ora e mezza di metal puro caratterizzato da atmosfere tenebrose e perverse come solo lui sa fare. In attesa della pubblicazione del suo tanto sudato nuovo disco Heaven Upside Down, il reverendo sta portando in scena un tour mondiale durante il quale sta presentando tre nuovi brani tra cui la track “Say10”, che faranno parte appunto del nuovo disco, accompagnati da tanti altri brani storici che hanno caratterizzato la sua lunga carriera.

In apertura allo show di Marilyn Manson si sono esibiti gli olandesi The Charm the fury, che hanno dimostrato di meritarsi alla grande questo importante compito. Quaranta minuti di un metal pieno, caratterizzato da un’ottima sezione ritmica e una grande presenza scenica della bella Caroline Westendorp, davvero ottima la performance della cantante, che ha dimostrato di saper alternare perfettamente growl e pop.

Ma veniamo allo show del reverendo;

 Cala il sipario e si aprono le danze con Reveletion#12, infiammando subito il già caldo pubblico dell’Ippodromo delle Capannelle, quindi senza indugiare troppo si prosegue con Mobscene e This Is New Shit. Pubblico, compreso il sottoscritto in totale estasi, si salta, si canta, si poga di gran voglia! Signore e signori sul palco c’è Marilyn Manson e nonostante l’acustica non sia delle migliori, noi stiamo godendo!

E allora ecco che il reverendo ci invita tutti a partecipare al suo “The Dope Show” per poi tuffarci a capofitto in “Great Big White World”, cosa dire ragazzi se non che le emozioni sprigionate sono alle stelle?

Bene, in una serata del genere non possono di certo mancare brani come “Sweet Dreams” interpretata magistralmente da tutta la band,Disposable Teens”, “Deep Six” e “The Beautiful People” durante l’esecuzione di quest’ultima è volato un po di tutto, noi compresi che eravamo nel mezzo del pogo.

Allora spazio alla nuovissima “Say10″ e alla carica di “The Reflection God”. Marilyn Manson saluta, ringrazia Roma, ringrazia tutti e ci regala gli ultimi meravigliosi momenti di questo concerto al Postepay Rock in Roma, esibendonsi in una straordinaria “Coma White”.

Sono le 23.55 il reverendo ci da l’arrivederci e noi con il sorriso sulle labbra e tanta tanta adrenalina in corpo, ci avviamo verso la via di casa, speranzosi di poterlo riaccogliere presto nella capitale.

Scaletta completa:

Revelation #12, This is the New Shit, mOBSCENE, The Dope Show, Great Big White World, No Reflection 7. Sweet Dreams (Are Made of This), Disposable Teens, We Know Where You Fucking Live, Deep Six, The Beautiful People, SAY10, The Reflecting God, Come White

Live Report di Luca Ferri

Fotogallery di Andrea Cavallini

Luca Ferri

Si appassiona alla musica sin da bambino, scoprendo la vena rock n roll alla tenera età di 8 anni folgorato dall’album EL DIABLO dei Litfiba e PARANOID dei BLACK SABBATH. Nel 2010, insieme a due amici, Alessio Mereu e Alessandro Cherubini fonda il LITFIBA CHANNEL che di li a poco diventerà la radio ufficiale della storica rock band di Piero Pelù e Ghigo Renzulli, all’interno della quale conduce il programma SOGNO RIBELLE scoprendo e intervistando insieme a GRAZIA PISTRITTO band come IL PAN DEL DIAVOLO, BLASTEMA, KUTSO, ILENIA VOLPE, METHARIA, FRANCESCO GUASTI, PAVIC, UROCK. Format portato anche in formato live organizzando serate di vera e propria musica live in alcuni locali di Roma. Nel 2017 dopo tre anni alla direzione di una webzine, decide di fondare e dar vita a INSIDE MUSIC insieme alla socia MARTA CROCE.

2017-07-26T07:19:36+00:00 26 luglio 2017|Live Report, News|0 Commenti