Il 24 Agosto, Loredana Bertè si è esibita all’Etruria Eco Festival:

 

Ph: Domenico Cippitelli

 

Loredana Bertè – ecco la nostra biosong-, classe 1950, è una delle ultime grandi interpreti della canzone italiana. Una personalità spumeggiante e rivoluzionaria per la sorella di Mia Martini, ed un trascorso tragico. Per lei hanno scritto i più grandi compositori italiani: Bruno Lauzi, Pino Daniele, Gaetano Curreri. Indimenticabile è però il sodalizio artistico con Ivano Fossati, che per lei ha scritto il classico Non sono una signora, con il quale la regina del rock italiano esprimeva il suo anticonformismo. Il suo ultimo album, il venticinquesimo, è intitolato semplicemente Libertè: è un cerchio che si chiude con la nuova collaborazione con Ivano Fossati, dopo trentaquattro anni. La produzione è affidata a Luca Chiaravalli, e nell’album è incluso l’inno Cosa ti Aspetti da me, col quale Loredana ha partecipato al 69° Festival di Sanremo, ottenendo ottimi riscontri di critica e di pubblico, vincendo il neoinventato – appositamente – premio Pubblico dell’Ariston, e raggiungendo il terzo posto. Per lei è stato scritto da Gaetano Curreri, storica anima degli Stadio. L’album ha seguito BabyBertè, del 2005, di cui mantiene lo stile deciso e fortemente rock-oriented. La cover, in cui Loredana Bertè si libera da una camicia di forza, è un ottimo specchio del contenuto del lavoro. Attualmente Loredana Bertè è in tour estivo, ed ha recentemente pubblico il brano Senza Pensieri, assieme a Fabio Rovazzi, con un sound fresco e leggero.