Era il 5 maggio 1988 quando i Litfiba pubblicarono l’album “Litfiba 3”, quello che chiude la cosiddetta “trilogia del potere”, di cui fanno parte anche i precedenti “Desaparecido” (1985) e “17 re” (1986).

Con Litfiba 3 è si registra un’evoluzione per la rock band italiana, che sembra orientarsi verso una comunicazione più diretta ed immediata, tralasciando in parte la componente new wave, che aveva caratterizzato i precedenti lavori, a favore di un hard rock più diretto e aggressivo.

Rispetto ai dischi precedenti del gruppo, i testi sono ancora più incentrati sul tema politico, e questa intenzione era particolarmente evidente in quello che doveva essere il titolo iniziale, scartato poco prima della pubblicazione, ovvero Prigionieri.

Un altro chiaro riferimento è la scelta della foto di copertina, in cui è ritratto Willie Jasper Darden, un nero giustiziato sulla sedia elettrica in Florida il 15 marzo 1988, nonostante i forti dubbi sulla sua colpevolezza, espressi anche da alcuni membri della giuria.