Lea e Denise Garofalo, mamma e figlia “coraggio” omaggiate in musica e parole dai Litfiba.

La musica ha un grande potere, quello di poter raccontare e denunciare storie davvero inconcepibili che finisco con troppa facilità nel dimenticatoio, oppure di poter omaggiare i protagonisti diretti di queste stesse storie proprio come è accaduto nel caso di Lea e Denise Garofalo, rispettivamente mamma e figlia che hanno vissuto nel terrore della ‘ndrangheta, ma che hanno avuto il coraggio di denunciare i fatti, di rompere l’omertà che nel 99% dei casi contribuisce agli insabbiamenti degli orrori messi in atto dalle cosche mafiose.

Lea Garofalo nel 1996 decise di rompere il silenzio, di denunciare tutto il suo disappunto in merito alla vita mafiosa in cui era stata costretta a crescere, lasciando il marito Carlo Cosco in seguito al suo arresto, e successivamente, nel 2002, svelando tutti i retroscena legati ad omicidi e malaffari che vedevano coinvolti i membri della sua famiglia, diventando una collaboratrice di giustizia;

confessioni che la costrinsero ( anche la figlia Denise) a vivere in un programma di protezione che però, purtroppo, finì nel 2009 e che per certi versi sancì la sua morte, definita da l’allora giudice come “annunciata”.

La morte di Lea avvenne per opera dell’ ex marito Cosco, Giuseppe e Vito,  Rosario Curcio, Cosimo Venturino (ex ragazzo di Denise).

La sete di vendetta della “sua” famiglia fu talmente barbara e violenta che Lea venne torturata e carbonizzata.

I Litfiba, da sempre attenti a queste tematiche e autori di tanti brani “impegnati”, a distanza di anni dalla sua scomparsa, in accordo con la figlia Denise, hanno voluto omaggiare Lea con un meraviglioso brano dal titolo “Maria Coraggio”, con l’intento di rendere sempre vivo il ricordo di una grande donna, una donna coraggio appunto affinchè si trovi sempre la forza di combattere e denunciare gli orrori della mafia.

Di seguito troverete il testo di “Maria Coraggio” e il link per poterla ascoltare, con la speranza che divulghiate questo splendido omaggio giunto dalla storica rock band fiorentina a Lea e Denise Garofalo, contenuto nel loro nuovo disco “Eutòpia”:

Litfiba – Maria Coraggio:

 Tic toc, tic toc, Maria si sveglia

La notte è lunga e vede tutto diverso
Tic toc, tic toc nuovi orizzonti
Nuove luci e nuove unghie più forti

Rompe la gabbia, Maria è una guerriera
Mastica sabbia oltre la frontiera

E danza, Maria danza, Maria danza, Maria danza
Nella sua stanza, nella sua stanza, nella sua stanza, nella sua stanza
Danza e danza, ma, Maria danza, ma, sull’arroganza, ma
La gente è stronza, stronza e stronza
Ha memoria corta, fa violenza sorda, ma
Maria danza, danza

Maria ribelle

Maria ribelle vuol vedere il rovescio
Di tutte le cose e delle persone
Maria coraggio ci crede e ci prova
A lottare i fantasmi, a lottare la piovra

Rompe la gabbia, Maria è una guerriera
Mastica sabbia oltre la frontiera

E danza, Maria danza, Maria danza, Maria danza
Nella sua stanza, nella sua stanza, nella sua stanza, nella sua stanza
Danza e danza, ma, Maria danza, ma, sull’arroganza, ma
La gente è stronza, stronza, stronza
Ha memoria corta, fa violenza sorda ma
Maria danza, danza

Lei è Maria ribelle, lei è Maria coraggio

E danza, Maria danza, Maria danza
Maria danza nella sua stanza
Nella sua stanza, sull’arroganza
Maria canta, Maria canta

2017-03-07T12:15:06+00:00 7 Febbraio 2017|Approfondimenti e Curiosità, News, Rubriche|0 Commenti