Le Vibrazioni: in delirio per Sarcina e soci a Francavilla al mare

Il Così Sbagliato – Summer Tour 2018 è sbarcato il 4 agosto 2018 a Francavilla al mare, lasciando una scarica di adrenalina sull’intera pizza Sirena. Dopo sei anni di pausa, Le Vibrazioni sono tornati insieme, e sono in splendida forma rock ‘n’ roll.

A riscaldare il pubblico è stata prima la band locale, Le Stanze di Federico, poi a seguire Leo Lazz e Filippo Graziani. Pochi minuti di attesa e per le 22.25 Sarcina e soci erano sul palco a mostrare tutta la loro sete di musica, regalando ai presenti una scaletta divisa a blocchi, frutto della loro gavetta, del loro percorso artistico eterogeneo, che spazia dal rock, rubando a tratti il sound anni ’70, a ballate pop contaminate dal rock non troppo pretenziose, ma classificabili come evergreen della musica italiana come Dedicato a te, Raggio di sole e In una notte d’estate, passando attraverso sfumature vintage, simili alle band oltreoceano.

Capaci di mantenere vivo il pubblico per quasi due ore di live, Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda non si sono risparmiati, e con un calice di vino in mano hanno brindato alla piazza gremita. Una musicalità e una vocalità potente che rendono il gruppo milanese dei veri “animali da palcoscenico”, un ensamble armonioso e non banale in grado di spaziare con velocità melodiosa e ritmica da Voglio una macchina del tempo, uno dei migliori brani del nuovo album “V”, a Ovunque andrò, brano classico per il gruppo, presentato a Sanremo 2005.

Nel live non poteva di certo mancare Così sbagliato, singolo che dà il nome al tour de Le Vibrazioni, ed è stato presentato a Sanremo di quest’anno, anche riarrangiato insieme a Skin, per una versione più impattante, più rock, da far venire la pelle d’oca. “Questo è un arrivederci, ormai siamo tornati”, queste le parole di Francesco Sarcina a fine concerto, dopo aver chiuso con Vieni da me e Su un altro pianeta, per poi buttarsi in mezzo la folla.

Scaletta:

Sete
Sani pensieri
Raggio di sole
Dimmi
Ogni giorno ad ogni ora
Voglio una macchina del tempo
Insolita
Portami via
Ovunque andrò
In orbita
Se
Sono più sereno
Amore zen
Angelica
Dedicato a te
In una notte d’estate
Così sbagliato

BIS

Vieni da me
Su un altro pianeta

A cura di Isabella Insolia

Fotografia di Giusy Chiumenti

 

Isabella Insolia

Sognatrice ad occhi aperti. Non ha mai voluto fare la ballerina o la velina. Le parole sono il suo mestiere, la musica il suo pane quotidiano. Scrive per passione, nella sua borsa non manca mai lo spirito critico, a volte sarcastico e a volte pungente. E’ in costante ricerca del bello.

2018-08-05T21:21:15+00:00 5 Agosto 2018|Live Report|0 Commenti