Ieri sera, giovedì 30 maggio, i KuTso si sono esibiti al Beernocchi Beer Festival 2019, il Festival Indipendente di Musica, Arte e Cultura del quartiere Casal Bernocchi organizzato dal Collettivo La Talpa, come sostegno al progetto di riqualificazione urbana e sociale che l’associazione porta avanti, meglio conosciuto come Culturalize Yourself

Ph. Domenico Cippitelli

I KuTso sono un gruppo musicale alternative rock italiano. Il progetto nasce nel 2006 a Marino (RM) da un’idea del cantante Matteo Gabbianelli. Il nome della band, kuTso, deriva da un vezzo di Gabbianelli che sin dai tempi del liceo era solito mascherare le parolacce inglesizzandole. Al frontman si uniscono inizialmente Giacomo Citro al basso, Alessandro Inolti alla batteria e Donatello Giorgi alla chitarra. Questa è la line-up che inizia a muovere i primi passi per i locali di Roma e provincia.

Dal 2011 ad oggi i kuTso hanno realizzato oltre 250 concerti in tutta Italia. Nel 2014 hanno aperto Caparezza a Miami (USA), al Hitweek Festival, e al Postepay Rock in Roma. Nel 2015, con il brano “Elisa”, si sono classificati secondi tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo, sono entrati in alta rotazione su RTL 102.5, si sono posizionati al 30esimo posto della classifica airplay italiana e hanno vinto il premio “RTL 102.5”. Nel 2015 hanno preso parte al Concerto del Primo Maggio di Roma e al concerto organizzato da Eugenio Finardi in Piazza Maggiore, a Bologna. Nel 2017 sono stati la resident band di “Bring The Noise”, quiz televisivo in prima serata su Italia Uno.

Il salto di qualità arriva nel 2015 quando a febbraio partecipano alla 65ª edizione del Festival di Sanremo tra le nuove proposte, classificandosi al secondo posto con il brano Elisa e vincendo il premio Assomusica conferitogli per “l’originalità e la capacità di saper emozionare mostrata dai kuTso nel corso dell’esibizione dal vivo sul palco dell’Ariston, tra gli otto giovani in gara al 65º Festival della Canzone Italiana”.