Il primo album in studio del già famoso frontman dei White Stripes, Jack White, si intitolerà “Boarding House Reach“.

Ancora non è stata diffusa la data di uscita ma per quietare l’hype tra i fan ecco rilasciati i primi due singoli: la già annunciata “Connected By Love” e l’estemporanea “Respect Commander“.

Connected By Love“, registrata in ben tre diversi studio ( Sear Sound di New York, i Capitol Studios di Los Angeles e il Third Man Studio di Nashville, la sala d’incisione dell’etichetta fondata dallo stesso Jack White) ci pone di fronte a un pezzo intimo, a tratti solenne quanto sofferente. Un lento 6/8 che si discerne tra suoni di stampo prettamente elettronico, organi hammond e cori dal gusto gospelliano che danno vita a un pezzo disposto come una sorta di crescendo emotivo dallo stile varigato che spazia tra l’elettronica, il blues, il rock, l’alternative e il gospel.

A dir poco sorprendente è invece Respect Commander. Un pezzo straniante per Jack White, difficile da locare stilisticamente, ricco di differenti influenze e molto meno melodico della precedente “Connected by Love”. Un pezzo che spazia, in una salsa minimale, tra confuse e secche chitarre, percussioni ridotte all’osso e frequenti cambi sonori passando tra la fusion, il noise, l’alternative e schermagliate tra il blues e la muscia psichedelica.

Insomma, due singoli che lasciano intendere ben poco, per la loro diversità, di ciò che dovremmo aspettarsi dal primo lavoro solista del particolare frontman dei White Stripes.