I film d’animazione della Disney hanno accompagnato la crescita dei bambini di ogni generazione

Ognuno ha un proprio cartone preferito, quello a cui è più affezionato e che ricorda con maggior precisione, probabilmente a furia di riguardare la cassetta che con il tempo si sarà sicuramente consumata.

Per non dimenticare le storie dei classici ormai vecchi, che affrontano temi importanti come il distinguere il bene dal male o il cercare la bellezza nell’animo delle persone e non nell’aspetto fisico, è già da diverso tempo che la Disney sta calcando la mano sui remake in live-action dei cartoni più amati dai fan.

Dopo il successo di Aladdin, La Bella e la Bestia, Il Libro della Giungla e Alice nel Paese delle Meraviglie, le rivisitazioni che sono già state fatte e che hanno già avuto un enorme successo, la Disney sarà protagonista al cinema con i seguenti film.

Il Re Leone

Uscito nel 1994, Il Re Leone ha fatto crescere generazioni di bambini che si sono emozionati e commossi con la storia del piccolo Simba, costretto ad abbandonare la propria casa dopo l’assassinio del padre Mufasa da parte dello zio Scar. Una volta cresciuto lontano dal branco, torna per rivendicare i suoi diritti.
Il remake del classico Disney, diretto da Jon Favreau, che si era distinto per la rivisitazione de Il Libro della Giungla nel 2016, arriverà nelle sale italiane il 21 agosto.

disney

Nella colonna sonora, che sarà rilasciata l’11 luglio, saranno presenti canzoni originariamente composte da Tim Rice e Elton John con l’aggiunta di nuovi pezzi prodotti da Pharrel Williams e un nuovo inedito di Beyoncé.

Ad interpretare il brano simbolo de Il Re Leone nella versione italiana, Il Cerchio della vita, composto da Elton John sulle parole di Tim Rice, sarà Cheryl Porter.

La vocal coach di adozione italiana raccoglierà l’eredità di Ivana Spagna, la cantante che aveva interpretato il brano nel 1994.

Nella versione americana le voci di Simba e Nala saranno di Donald Glover e Beyoncé, mentre in quella italiana toccherà a Marco Mengoni ed Elisa interpretare sia le parti cantate sia il parlato dei due personaggi.

Per quanto riguarda gli altri doppiatori Luca Ward sarà la voce di Mufasa, Simone d’Andrea sarà Scar, Simone Mori sarà Pumbaa e Michele Gammino sarà Rafiki.

Mulan e Maleficent: Signora del male

In questi giorni sono usciti i trailer di Malefincent e Mulan, che hanno già raccolto un impressionante numero di views  su Youtube.

Mulan, che uscirà nel 2020, vedrà la star del cinema cinese Liu Yifei nei panni dell’eroina protagonista.

Diverse sembrano le differenze del remake della regista Niki Caro rispetto alla versione originale del classico Disney del 1998: dal nuovo trailer si comprende che ci troveremo di fronte ad un film d’azione più che ad un film d’animazione vicino alla forma del musical, come l’originale; il capo degli Unni, Shan Yu, sarà eliminato e al suo posto ci sarà una sorta di strega, interpretata da Gong Li; ci saranno inoltre nuovi personaggi, come la sorella di Mulan e il comandante Tung.

disney

È uscito anche il trailer del sequel di Maleficent, il remake de La bella addormentata nel bosco del 1959.

Il primo capitolo narra la storia dal punto di vista della fata cattiva Malefica, interpretata da Angelina Jolie, e ne mostra il suo lato dolce e positivo.

La storia di Maleficent: Signora del male è ambientata diversi anni dopo il primo film e vedrà Malefica e Aurora, interpretata da Elle Fanning in conflitto. Aurora è prossima al matrimonio con in il Principe Filippo e questo risveglierà in Malefica la sua gelosia.

Il remake, diretto da Joachim Ronning, arriverà nelle sale americane il prossimo ottobre.

La Sirenetta

E’ stata da poco annunciata la protagonista del remake de La Sirenetta, diretto da Rob Marshall: sarà Halle Bailey, componente del duo Chloe X Halle.

Accanto a lei Melissa McCarthy sarà Usrula, Awkwafina sarà Scuttle e Jacob Tremblay sarà Flounder.

Nel classico del 1989 Ariel è bianca ed ha una grossa chioma di capelli rossi; il fatto che la scelta di Marshall per il ruolo di protagonista sia ricaduta su un’attrice di colore ha scatenato sui social diverse polemiche e tanti sono stati i commenti razzisti contro la ragazza.

disney

Ieri la Disney ha risposto alle critiche affermando che “Ariel è danese e le sirene danesi possono essere nere perché il popolo danese può essere nero”.

Queste invece le parole del regista: “Dopo una lunga ricerca, abbiamo scelto Halle; lei possiede quella rara combinazione di spirito, cuore, giovinezza, innocenza e sostanza, oltre ad una voce potente. Tutte qualità necessarie per interpretare questo ruolo iconico“.

A cura di Claudia Pasquini