Il “Cocktail” amaro de “I Sensi Vietati”: il nuovo singolo raccontato dalla cantautrice

di Alessia Andreon

Cocktail” è il titolo del nuovo singolo di I Sensi Vietati, una canzone che allude ad un legame sentimentale intricato, o meglio, imprevedibile; un ipotetico drink concepito partendo da ingredienti eterogenei ma non per questo incompatibili tra loro.
I Sensi Vietati è in realtà Federica Rasicci, una giovane cantautrice che ha esordito nel 2019 con il suo primo EP dal tutolo Carbone prodotto da I&I studio e seguito dai singoli Spigoli (2019) e Sottosopra (2020).

L’abbiamo intervistata per voi e ci ha raccontato come è nata la sua nuova canzone, dal sapore così amaro.
Il nuovo brano, “Cocktail”, è già disponibile in digitale e sulle principali piattaforme.

Ciao Federica, raccontaci gli ingredienti di questo “Cocktail“…

Gli ingredienti di questo Cocktail di cui parlo sono ingredienti soggettivi, nel senso che ognuno sa di poter costruire e creare un proprio cocktail personale, attraverso il proprio carattere, le proprie peculiarità e farlo bere a chi vuole.

Nella canzone mi riferisco a me stessa con un cocktail abbastanza brutto, perché non mi piace molto il mio carattere, uno di quelli scuri, che ti fanno in discoteca, orrendi, che non berresti mai e che prendi solo per ubriacarti.

I due protagonisti sono i classici opposti che si attraggono e si respingono allo stesso tempo, ma non c’è un happy end?

Brava, esatto, non c’è un happy end infatti nella costruzione del video, perché ii proposito è quello di farli incontrare tramite l’immagine del bicchiere, che in quel caso è composta dal il carattere di entrambi i personaggi, perché loro stanno avendo un legame sentimentale e si ritrovano soltanto nelle immagine del bicchiere del video. Però non si parlano e non si incontreranno mai realmente.

La canzone lascia una sensazione di amaro in bocca, era questo il sentimento che ti ha accompagnato nella scrittura?

Era proprio questa la sensazione che volevo comunicare. Quella dell’ irrisolto, qualcosa che provi a comprendere ma non è totalmente comprensibile.

Sarei curiosa di sapere se l’hai scritta pensando ad un amore o ad un’amicizia

La canzone l’ho scritta pensando a un legame amoroso, però penso che possa essere trasposta in qualunque legame. Ogni tanto, anche nei rapporti di amicizia, non ci si capisce a causa del carattere; ci sono quelle litigate con gli amici che dipendono da divergenze caratteriali.

In questo brano trovo una Federica diversa, con una strada più definita… cosa ti ha aiutato a cambiare?

Non è accaduto nulla, non c’è stata una decisione che ho preso dicendo “adesso voglio fare una cosa diversa” però, inconsciamente, lavorando in studio con il mio produttore, abbiamo deciso di dare una svolta al pezzo; è infatti un brano molto più dinamico, più lavorato in studio, più ritmato, con una carica appunto meno statica rispetto ai lavori precedenti.

Sensi Vietati però è un plurale che presuppone un duo o un gruppo….

Il progetto è nato inizialmente come duo, hai indovinato, però la persona che suonava con me mi ha lasciata in tronco e non ha voluto proseguire.

In quel periodo, nel 2019, stava per uscire l’EP “Carbone e io ho deciso di continuare da sola, tenendo anche il nome, perché lo avevo scelto proprio perché comunicava un significato molto bello; me lo sono tenuto malgrado fosse un plurale.

Adesso ti faccio la fatidica domanda, e adesso cosa hai intenzione di fare?

Intanto sto lavorando un album che ovviamente conterrà anche “Cocktail“; spero di farlo uscire al più presto, anche entro l’anno, ma potrebbe slittare al prossimo a causa dei vari inghippi lavorativi che ci sono in questo periodo.

Se non riuscissi a far uscire l’album ci saranno dei singoli, oltre “Cocktail”. Sarà il mio primo, è un lavoraccio, non immaginavo, perché non puoi andare in studio, quindi fai le tracce, le registri con i programmi, le mandi per mail… è tutto più complicato!

0

Potrebbe interessarti