Il Brigante dei Deshedus – Primo concerto olografico in Italia – Photogallery

di InsideMusic

Ieri sera a Cinecittà World, presso Studio 1, si è fatta la storia. E’stato Il Brigante dei Deshedus (tratto dall’omonimo concept album della band) a portarci lungo un percorso innovativo e mai realizzato nel nostro Paese. Lo spettatolo è stato prodotto da Mauro Paoluzzi, attento musicista e produttore discografico che lanciò i primi Bluvertigo. E infatti, non a caso, a chiudere quasi un’ora di proiezioni spettacolari, ci hanno pensato Morgan e Andy dal vivo. Ne abbiamo parlato qui.
Nella produzione di questo spettacolare live troviamo anche la Naumachia Network, società italiana leader in Europa nella realizzazione di olografie. La regia è stata affidata a Roberto Manfredi già produttore discografico, autore televisivo e regista di film, documentari e spettacoli.
Negli studi milanesi di Naumachia sono state prodotte tutte le scene e le immagini che hanno accompagnato il concerto dei Deshedus. Praticamente un film rock di assoluta innovazione per l’Italia, a modello dei rock movie degli anni ‘70 ma con l’ausilio di inedite tecnologie, come l’holonet, una rete di sottilissime lamine metalliche trasparenti. Si tratta, sostanzialmente, di uno schermo invisibile che ha trasportato la band e gli spettatori in un mondo fantastico e psichedelico.
Il concept album Il Brigante dei Deshedus è del genere rock-prog, una sorta di fusione tra la prog contemporanea e quella degli anni 70. Il concept tratta di tutte le piaghe che condannano il nostro tempo: il degrado ambientale, il femminicidio, il mito infranto della vecchia America, il futuro di un’umanità impreparata e smarrita di fronte alle evoluzioni impreviste della tecnologia. I testi sono curati da Elio Aldrighetti.

Photogallery a cura di Domenico Cippitelli

0

Potrebbe interessarti