Google, 20 anni di ricerche e di musica

Oggi, 27 settembre 2018, Google Search festeggia i suoi primi 20 anni con un carino doodle animato. Una trovata per raccontare la sua recente storia e per ringraziare il loro pubblico sempre fedele.

Era il 27 settembre 1998 quando due giovani dottorandi dell’Università di Standford stavano per cambiare la storia di Internet. Larry Page e Sergey Brin, 20 anni fa presentarono al mondo il loro nuovo e singolare progetto: Google Search, o anche solo Google. Un motore di ricerca, il più utilizzato al mondo. Un aiuto veloce ed indispensabile per giovani e meno giovani che si dilettano a cercare notizie ed informazioni sul web. Il loro obiettivo “era quello di organizzare le informazioni del mondo e renderle accessibili e utili“.

Negli anni, l’azienda di Mountain View, ha rinnovato il suo logo in base agli eventi, dalla Festa della Repubblica ai Mondiali di Calcio. E oggi, il giorno del suo 20esimo compleanno, non poteva passare inosservato. Così, gli addetti ai lavori hanno deciso di realizzare un doodle animato completamente personalizzato pronto a ripercorrere i passi salienti realizzati dal motore di ricerca più famoso al mondo e senza rivali.

La vita di Google Search, seppur recente, è intensa e ricca di storia. Un motore di ricerca che interessa tutti i campi, dalla cucina all’attualità, dal gossip allo sport, passando per la nostra tanto amata musica. Basti pensare che lo scorso anno, nella top 20 degli argomenti più cliccati, diversi posti sono stati occupati da personaggi musicali. Tra tutti Ariana Grande, anche in seguito all’attentato terroristico avvenuto durante il suo concerto alla Manchester Arena che sconvolse il mondo.

Una buona fetta di “googlate” le hanno prese anche i Linkin Park, orfani del loro frontman Chester Bennington, le “donne del pop” Lady Gaga, Mariah Carey e Katy Perry, e l’immancabile cantautore britannico Ed Sheeran. Tra le canzoni a “vincere” il trofeo dei clic è stato Despacito di Luis Fonsi, hit estiva che ha fatto ballare milioni di persone in tutto il globo.

In “casa nostra” il “boom di googlate” musicali se li prende tutti il Festival di Sanremo. L’anno scorso, quest’anno e, molto probabilmente, l’anno prossimo, la kermesse musicale è stata ed è imbattibile in termini di ricerche e curiosità. Fiorella Mannoia, Ermal Meta e Francesco Gabbani con la sua “panta rei” hanno spopolato su Google. Quest’anno, il cantautore italo-albanese ha fatto il bis, grazie anche alla performance vittoriosa con Non mi avete fatto niente cantata insieme al collega e amico Fabrizio Moro.

Insomma, quella tra Google e la musica è una lunga storia d’amore, fatta di curiosità, aneddoti, informazioni e “chicche” svelate.

Isabella Insolia

Sognatrice ad occhi aperti. Non ha mai voluto fare la ballerina o la velina. Le parole sono il suo mestiere, la musica il suo pane quotidiano. Scrive per passione, nella sua borsa non manca mai lo spirito critico, a volte sarcastico e a volte pungente. E’ in costante ricerca del bello.

2018-09-27T16:24:26+00:00 27 settembre 2018|News|0 Commenti