Oggi, martedì 12 novembre all’Assembly Milano, Gianna Nannini ha presentato il suo nuovo disco di inediti, “La differenza”.

Gianna Nannini torna a distanza di due anni dal precedente album in studio con La Differenza (Sony Music Italy) un progetto discografico alla riscoperta delle origini folk, blues e rock; quel rock che da sempre è stato il suo indiscusso marchio di fabbrica.

In questo modo Gianna ha scelto di riprendere quel capitolo rimasto sospeso con l’album California e avrà modo di svelarlo al suo pubblico venerdì 15 novembre

Il disco è stato registrato nei BlackBird Studios di John McBride a Nashville, in Tennessee, regno dell’analogico per eccellenza. Il risultato sono 10 tracce registrate in presa diretta che, a detta della stessa artista “bruciano un fuoco puro e antico, ma sono suonate in epoca digitale”.

Si pensa a Nashville collegandola spesso al Country e al Western, dimenticando quello che ha significato la musica race in questa città, soprannominata proprio music city. Nelle mie radici c’è sempre stato un sangue bianco-nero, sono quindi ripartita dal blues verso il soul e il rock alla mia maniera. Tutte la canzoni sono nate nel mio studio, vicino a Gloucester Road a Londra, dove ho creato il mio studio che ha consentito un’intimità assoluta e una concentrazione totale dedita alla scrittura ha dichiarato la cantautrice toscana. 

La Differenza è un album dedicato a coloro che non hanno paura di essere sé stessi e dimostrare il loro coraggio, ma anche la loro gentilezza con gesti che, per l’appunto, fanno la differenza. 

Queste canzoni rimangono il documento di un pezzo di vita o di tante altre vite, perché l’ispirazione è una cosa magica, e quando arriva una melodia è una grande emozione e non bisogna farsela scappare. Io che ho sempre scritto di uguaglianza, di libertà e liberazione dalle paure; non ho paura di guardare, di amare, di abbracciare chi sa fare davvero la differenza. A volte è la gentilezza a fare la differenza, a volte è il coraggio”.

Il progetto contiene un unico duetto, con Coez, nel brano Motivo. Il disco è stato prodotto dal’artista con Tom Bukovac e Michele Canova, mixato da Alan Moulder (tranne la traccia Motivo, mixata da Pino “Pinaxa” Pischetola) e registrato da John McBride

Questo album ha un sound rock nuovo, acustico. Ho pensato di trasmettere le sonorità di una band come se fosse un unico strumento. Sono consapevole di aver fatto una scelta radicale, non sono in linea con la musica che va di moda al giorno d’oggi” ha precisato Gianna. 

Oltre alla promozione de La Differenza, Gianna Nannini sarà impegnata anche in un tour che la porterà in giro per l’Europa nel 2020. La tournée è in partenza da Londra il 15 maggio, per poi proseguire a Parigi, Bruxelles, Lussemburgo e arrivare a giugno in Germania per 4 date. Il suo viaggio si concluderà ad ottobre, quando si esibirà anche in Svizzera con due date. Immancabile la data del 30 maggio 2020 allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, un sogno che si realizza per una carriera semplicemente straordinaria. 

Mi è stato detto che una donna dopo i 50 anni non avrebbe più potuto fare rock e che nessuno l’avrebbe considerata. Al contrario, io sono la prova che dopo i 50 anni mi sento meglio di quand’ero più giovane.”

Qui di seguito la tracklist completa del disco di Gianna Nannini “La Differenza”:

  1. La differenza
  2. Romantico e bestiale 
  3. Motivo Feat. Coez
  4. Gloucester Road
  5. L’aria sta finendo 
  6. Canzoni buttate
  7. Per oggi non si muore
  8. Assenza
  9. A chi non ha risposte
  10. Liberiamo 

E qui e le date del Gianna Nannini 2020 European Tour:

  • 15 maggio, Londra, O2 Shepherd’s Bush
  • 18 maggio, Parigi, Olympia
  • 20 maggio, Bruxelles, Cirque Royal
  • 21 maggio, Lussemburgo, Rockal
  • 30 maggio, Firenze, Stadio Artemio Franchi
  • 23 giugno, Colonia, Tanzbrunnen
  • 24 giugno, Ehingen, Marktplatz
  • 26 giugno, Berlino, Zitadelle
  • 27 giugno, Amburgo, Stadtpark Openair
  • 9 ottobre, Aalen, Ulrich Pfeifle Halle
  • 10 ottobre, Ludwigsburg, MHP Arena
  • 12 ottobre, Monaco, Philharmonie
  • 13 ottobre, Francoforte, Alte Oper Frankfurt
  • 15 ottobre, Kampten, Big Box Allgau
  • 17 ottobre, Norimberga, Meistersingerhalle
  • 21 ottobre, Zurigo, Hallenstadion
  • 23 ottobre, Ginevra, Theatre Du Leman 

di Alessia Bisini