David Bowie: La voce del cantante arriva nello spazio grazie a Elon Musk (Tesla).

Alle 19:30 di ieri pomeriggio la Space X, azienda dell’eccentrico genio tecnologico contemporaneo Elon Musk, ha lanciato nello spazio il razzo chiamato Falcon Heavy che, una volta superata l’atmosfera terrestre, ha rilasciato  l’automobile Tesla Roadster.

Al di la dell’importanza storica per il mondo della  tecnologia di un simile evento, anche la musica è riuscita a trovare un cameo di importanza non indifferente.

Di fatto, a bordo dell’auto prodotta dalla Tesla (azienda sempre del precedentemente citato Elon Musk), che sta ora “sfrecciando” in direzione di Marte, sono state riprodotte a “tutto volume” le note di Space Oddity, storico pezzo di David Bowie.

Gesto simbolico di rara bellezza nonostante, come molti di voi sapranno, la propagazione dei suoni nello spazio è pari a zero. Ma a noi sognatori musicali piace vedere, al di la della fredda scienza, la poesia di un momento storico tanto per l’umanità quanto per un’artista, ormai, passato a miglior vita che ha avuto l’onore di aver la propria musica risuonata nel vuoto spazio oltre terrestre.

 

Simulazione fatta al computer del lancio del razzo

Lancio del Falcon Heavy

Lorenzo Natali

Amante della musica e dell’arte in tutte le sue forme. Studente di lettere, musicista e compositore (forse un giorno anche in modo professionale) ma, soprattutto, eterno eccessivo pensatore. Tendenzialmente bonario ed aperto ad ogni sound, raramente critico in modo cinico e accanito tanto da doversi sottoporre a censura. Forse, però, è meglio così….

2018-02-07T11:15:03+00:00 7 Febbraio 2018|News|0 Commenti