A teatro la star di Gomorra per ricordare Vittorio de Sica il giorno del suo compleanno

Il sabato sera di Benevento viene dedicato al grande Vittorio de Sica, uno tra i più influenti volti del Cinema Italiano, nome sacro della commedia all’italiana. Il palco del Festival viene infiammato da grandi artisti che omaggiano e rendono onore al grande attore. Gli ospiti del 7 luglio sono Christian de Sica, Alessandro Borghi e Marco D’Amore che non mancano di portare al pubblico grandi emozioni.

Alessandro Borghi ha presenziato il red carpet per la proiezione del suo film fuori concorso Napoli Velata, un thriller noir, interpretato da Alessandro Borghi e Giovanna Mezzogiorno, con regia di Ferzan Ozpetek. Borghi ha partecipato ad un interessantissimo dibattito a proposito del fim e non solo, a cura di Valerio Caprara.

Christian de Sica, figlio del celebre regista, racconta suo padre, della grande eredità che ha lasciato al suo pubblico e alla sua Italia, ripercorrendo la sua vita, la sua carriera, la sua immensa tradizione cinematografica, non mancando di parlare di Vittorio come padre e uomo. Citare Ladri di Biciclette, La Ciociara, Matrimonio all’italiana è importante per ricordare solo alcune delle grandi pietre miliari del nostro cinema.

Ma il Festival di Benevento onora il grande attore con una piéce teatrale scritta e prodotta dal Bct e interpretata dall’attore Marco D’Amore Raccontami – Vittorio de Sica, con regia e testi di Massimo Cinque. L’opera racconta la vita di Vittorio de Sica in uno spettacolo completamente inedito e realizzato in anteprima durante il Festival sul palco dell’Arco del Sacramento, proprio durante il giorno del compleanno del grande regista.

Marco d’Amore è un attore e regista italiano, ricordato per il ruolo di Ciro di Marzio nell’acclamata serie tv Gomorra. Nasce nell’81 a Caserta, nipote d’arte, riesce ad ottenere nel 2000 un ruolo de Le avventure di Pinocchio della compagnia di Toni Servillo. Poi arriva la Scuola di Arte Drammatica a Milano che gli apre numerose porte, soprattutto sul palcoscenico del teatro. Ma non solo, anche cinema, ritornando a fianco di Toni Servillo con Una vita tranquilla di Claudio Cupellini. Ma il grande successo arriva con Gomorra nel 2014, nei panni di Ciro di Marzio, in cui, per la quarta stagione diventa regista. Nel 2016 torna a teatro dirigendo American Buffalo, infiammando il Teatro Eliseo di Roma.

Arianna Lomuscio