La Capitale d’Italia ha ospitato ieri, 22 aprile 2019, il tradizionale Concerto per la Terra, svoltosi in occasione della Giornata Mondiale della Terra – Earth Day. Diversi artisti si sono esibiti sul palco della Terrazza del Pincio di Villa Borghese: Carmen Consoli, Marina Rei, Paolo Benvegnù, Mirkoeilcane ed Eva Pevarello.

Ieri, nella giornata di Pasquetta, Roma ha ospitato l’ormai tradizionalissimo Concerto per la Terra di Earth Day Italia. Per la terza edizione consecutiva l’appuntamento – rigorosamente gratuito per cittadini e turisti – ha avuto luogo su uno dei belvedere più suggestivi della Capitale: la Terrazza del Pincio di Villa Borghese. A partire dalle ore 19, gli artisti che si sono avvicendati sul palco sono stati Eva Pevarello, Mirkoeilcane, Marina Rei con Paolo Benvegnù e la “cantantessa” Carmen Consoli.

Il Concerto per la Terra è un evento messo in piedi per la più grande manifestazione ambientale del pianeta: l’Earth Day, nato il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. L’Earth day è diventato un evento internazionale celebrato in più di 174 paesi del mondo, atto a promuovere la sostenibilità delle politiche ambientali. Recentemente, anche i giovani si sono mobilitati in un’iniziativa mondiale per richiedere che vengano rispettati gli impegni presi a Parigi nel 2015, con l’Accordo sul clima.

Tra gli artisti che si sono mobilitati quest’anno per difendere il nostro Pianeta c’era anche Carmen Consoli. Per la cantautrice catanese – per la prima volta live nel 2019 – c’era grandissima attesa in quanto è tornata ad esibirsi al Concerto per la Terra a distanza di ben otto anni dalla prima partecipazione del 2011. L’artista catanese, nonostante la pioggia, ha deliziato il pubblico con un repertorio rock avvalendosi dell’accompagnamento di Massimo Roccaforte (chitarra), Luciana Luccini (basso) e Antonio Marra (batteria). Tra la sua scaletta non sono mancati ovviamente i “grandi classici”: da L’Ultimo Bacio a In bianco e nero.