“Come un’onda”: Katres lancia il suo nuovo singolo dal suo secondo disco ”Araba Fenice”

Teresa Capuano, cantautrice e compositrice italiana, nata a Catania e cresciuta a Napoli, conosciuta come Katres, ci porta in un viaggio nel passato con il suo nuovo singolo “Come un’onda”.

Una voce delicata, a tratti graffiante ma soprattutto rilassante. Le musiche curate in ogni dettaglio, con melodie che vanno dal soul e blues al pop, rendendo tutte le canzoni molto originali. “Araba Fenice” (Giungla Dischi e Soundinside Basement Records ), secondo disco di Katres, creato in collaborazione con l’artista e produttore Daniele Sinigalia, nasce dalla necessità di raccontare un cambiamento. La cantautrice descrive in ogni brano, lento, a tratti doloroso e nello stesso tempo liberatorio processo di rinascita di una donna, dopo un periodo difficile.


Nel nuovo singolo, accompagnato dal video uscito il 5 luglio, Katres, con una nota di nostalgia positiva, torna nel passato. Si fa attraversare dai ricordi, trova per loro un posto nel cuore per poter serenamente affrontare il presente. Lancia un messaggio per tutti, quello di “fare pace con se stessi”, accettarsi, perdonarsi ogni sbaglio e superare ogni difficoltà del nostro trascorso. Farsi attraversare da tutto ciò che stato, come da un’onda, rimanendo fedeli a noi stessi. Girato nella splendida cornice dell’isola di Procida, piena di colori, sorrisi e speranze. Una specie di non tormentone d’estate, da ascoltare per rilassarsi e per caricarsi di energia positiva che indubbiamente trasmette la dolcissima voce della cantautrice.

“Paziente aspetto il mio momento,

attraversata da ogni evento,

mi fermo e pronta aspetto il vento che mi solleverà come un’onda”

L’amore di Katres per la musica inizia molto presto. Già all’età di 12 anni suona la chitarra e subito dopo inizia a comporre. Nel 2008 si aggiudica il Premio SIAE per la miglior composizione con il brano “Bianco Elettrico” durante il Premio Nazionale Bianca d’Aponte. L’anno dopo, la vediamo finalista al Premio d’Aponte e al Premio Bindi. Nel 2009 trionfa al Premio Nazionale “L’artista che non c’era”. Vince inoltre il Premio “Best Songwriter” al Demo’s Lady Award, il Premio “Demo d’Autore” e il Premio “Demo Award”, indetti dal programma Demo di Radio 1. Nel 2011 è tra i semifinalisti di Musicultura.

Teresa non si ferma, è così due anni dopo, esce il suo primo disco, “Farfalla a Valvole” completamente autoprodotto, pubblicato il 13 settembre 2013 da Fullheads e distribuito da Audioglobe.

L’uscita nel 2017 di ”Araba Fenice”, anticipata da due singoli: “Ormai ho deciso” e “Bla bla bla” è una vera testimonianza di rinascita sia personale che artistica. Il disco è arrivato dopo un lungo tour estivo in apertura di concerti di Ermal Meta. Ogni brano trasmette grande sensibilità, delicatezza, eleganza e semplicità dell’artista, che, per la nostra fortuna, della musica ha fatto la sua ragione di vita. E anche se non diventate “Katresnauti” vi consiglio di ascoltare attentamente ogni brano, abbandonandosi alle melodie e ascoltando i testi raffinati, che rispecchieranno sicuramente il trascorso di tanti di voi. Da tenere d’occhio, oltre l’ultimo singolo, anche la canzone “Sei” che è piena di speranza, la title track “Araba fenice” che racconta proprio l’atto di rinascita dalle proprie ceneri, ma anche l’ultima traccia del disco, la cover di Mokarta dei Kunsertu. L’interpretazione magistrale, dove Katres letteralmente strappa il cuore con la sua voce intensa e struggente.

Il prossimo appuntamento per ascoltare Katres live: 20/07 opening act – Non abbiamo armi (Ermal Meta) live – Caserta

Katres –  Araba Fenice

album Araba Fenice - KATRES

1. Ormai ho deciso

2. Sei

3. Bla bla bla

4. Araba Fenice (feat. DAP)

5. Non chiamarmi amore

6. Come un’onda

7. Dicembre lieve

8. La risalita

9. Mokarta – feat. Marjorie Biondo ( cover Kunsertu )

 

Justyna Roslon

 

Giulia-della-pelle

Wannabe ricercatrice e wannabe scrittrice. Amante dell’improbabile e del surreale. Adoratrice del Sole e dei dati statisticamente consistenti.

2018-07-20T11:33:02+00:00 20 luglio 2018|Recensioni|0 Commenti