Il Cantiere d’Arte di Montepulciano 2020 si terrà all’aperto

di InsideMusic

IL 45esimo Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano si svolgerà regolarmente dal 23 luglio al 2 agosto, anche se con appuntamenti solo all’aperto.

L’evento sarà organizzato tenendo presenti le regole di distanziamento del pubblico e degli artisti, con Piazza Grande che, per esempio, ospiterà circa 200 persone, invece delle 700 abituali, e un palco per l’orchestra che sarà allargato quanto necessario per ospitare alla necessaria distanza i 40/45 elementi dell’orchestra, come ha spiegato il coordinatore artistico Giovanni Oliva.

Rimandata invece l’opera ”Il mondo della Luna” di Haydn prevista nel piccolo Teatro Poliziano.

Il titolo sotto cui sono riuniti 36 appuntamenti in 11 giorni è ”Caos e creazione – scienza, arte, utopia”, legato al ”desiderio umano di trovare attraverso la creazione artistica, e sviluppando anche utopie per un domani migliore, un ordine e un senso nel disordine del mondo”, come spiega il direttore artistico Roland Boer, che firma il programma per la dodicesima e ultima volta, dicendosi davvero profondamente felice dell’esperienza, ma con un fondo di malinconia perché non si troverà come sempre subito impegnato a pensare alla prossima edizione.

Il concerto di apertura vedrà I Solisti Aquilani diretti dallo stesso Boer col violinista Daniele Orlando e il soprano Adina Vilichi impegnati con ”Le Chaos” dalla ”Symphonie nouvelle Les Éléments” di Rebel, ”Le quattro Stagioni” di Vivaldi e ”Sweet Bird” di Handel.

Mentre il concerto di chiusura, con Boer sul podio della giovane Orchestra Poliziana, affiancata dai professionisti che ne hanno aiutato la formazione durante l’anno e i giorni del Cantiere, festeggia il 250/o compleanno di Beethoven con Due Estratti da ”Le Creature di Prometeo”, il ”Concerto per pianoforte e orchestra n. 3” e il ”Concerto per violino” con Mariangela Vacatello al piano e Francesco D’Orazio violino.
   

0

Potrebbe interessarti