L’Atlantico di Roma ha visto ieri sera esibirsi Brunori Sas, in occasione dell’uscita del nuovo album “A casa tutto bene”.

Brunori, pseudonimo di Dario Brunori, è un cantautore calabrese classe 1977.

La tappa di Roma è la quindicesima di un tour che da nord a sud vede il tutto esaurito in quasi ogni data. Il concerto tra una buona dose di ironia e un pizzico di scaramanzia ha raccontato varie facce del cantautore. Non sono mancate infatti battute di spirito e qualche piccolo imprevisto alla chitarra, che, da buon calabrese, il cantautore ha fronteggiato con un ferro di cavallo “anti picciu 2.0”, in modo da scacciare ogni forma di sfortuna. Tra canzoni vecchie e nuove Brunori ha raccontato paura, amore, ricordi, quotidianità il tutto in un’atmosfera intima, quasi familiare.

Il concerto che vede come protagonisti i testi delle sue canzoni, oltre che la sua spiccata personalità, ha riservato grande attenzione e ricercatezza anche nel sound. Al suo fianco, infatti, ad incorniciare le parole la band storica composta da Simona Marrazzo (cori, synth percussioni), Dario Della Rossa (pianoforte, synth), Stefano Amato (basso, violoncello, mandolini), Mirko Onofrio (fiati, percussioni, cori, synth) e Massimo Palermo (percussioni).

L’album “A casa tutto bene” esce a tre anni di distanza da “Vol.3 – Il cammino di Santiago in taxi”. Il disco racconta un po’ della sua amata Calabria, quanto della sua vita nella metropoli milanese.

Per chi volesse vedere Brunori a Roma non bisogna attendere molto; infatti, sarà ospite domani 3 aprile all’Università La Sapienza di Roma dove parlerà agli studenti della sua vita universitaria e delle sue passioni. Ma Brunori non si farà attendere neanche sui palchi; è già segnata una data live al Poste Pay Sound Rock in Roma il 4 luglio.

Insomma “cosa vuoi che scriva, di cosa vuoi che canti” Brunori Sas ancora?

La scaletta del concerto di Brunori Sas

  • La verità
  • Canzone contro la paura
  • Lamezia Milano
  • Colpo di pistola
  • La vita liquida
  • Come stai
  • Le quattro volte
  • Fra milioni di stelle
  • Pornoromanzo
  • Lei, lui, Firenze
  • Arrivederci tristezza
  • Una domenica notte
  • Il costume da torero
  • Sabato bestiale
  • Don Abbondio
  • Rosa
  • Guardia ’82
  • Kurt Cobain
  • Secondo me

Arianna Orlando