Antonello Venditti al Palalottomatica – [Photogallery]

Ieri sera, venerdì 21 dicembre 2019, Antonello Venditti ha portato in scena il concerto-evento dedicato all’album “Sotto il segno dei pesci” nella cornice del Palalottomatica di Roma.

Tutto sold out il Palalottomatica ieri sera per Antonella Venditti, che questa sera replicherà nella Capitale, per un altro imperdibile concerto. Con lui sul palco c’è stato il suo compagno di avventure di sempre, Francesco De Gregori, l’amico storico, quello fedele e sincero. E poi c’è stato anche un ragazzo che gli ha dedicato una canzone nel suo ultimo album, Ermal Meta, quello che lo vede come un padre e idolo. Proprio nella sua Città Eterna, quello che lo ha visto muovere i primi passi da giovanissimo nel Folkstudio e trionfare anno dopo anno, grazie ai suoi successi senza tempo, ha celebrato “Sotto il segno dei Pesci”, al suo 40esimo anno di vita.

“È stata la mia svolta musicale, poetica. Il mio disco più importante, in cui c’erano tutti i miei temi: la politica e i suoi riflessi sulle persone (Sotto il Segno dei Pesci), la comunicazione (Il Telegiornale), il viaggio dentro e fuori di metafora di Bomba O Non Bomba, la droga (Chen il Cinese), la tenerezza per Sara (che non si è mai sposata, ma ha avuto tre figli…), l’amicizia con De Gregori (Scusa Francesco). In fondo, sono temi ancora attuali. Suonare a 40 anni di distanza l’album per intero, cosa che non ho mai fatto, ha un significato speciale, per me. Per l’occasione ho chiamato anche i musicisti di allora. Lo inserirò al centro di 45 anni di canzoni”.

Sette concerti-evento per raccontare ancora una volta l’album, uscito nel 1978, che lo ha reso grande, un disco capace di attraversare più generazioni, diventando uno dei simboli della storia della musica italiana. Un live che è un viaggio spettacolare dei più grandi successi del cantautore romano.

Photogallery a cura di Andrea Melaranci

 

 

Isabella Insolia

Sognatrice ad occhi aperti. Non ha mai voluto fare la ballerina o la velina. Le parole sono il suo mestiere, la musica il suo pane quotidiano. Scrive per passione, nella sua borsa non manca mai lo spirito critico, a volte sarcastico e a volte pungente. E’ in costante ricerca del bello.

2018-12-22T12:54:48+00:00 22 Dicembre 2018|Live Report|0 Commenti