AKA 7even – Napoli: live report e scaletta

di Giusy Alfano

Molti di voi ricorderanno certamente AKA 7even, nome d’arte di Luca Marzano, che dopo aver ricevuto la certificazione platino per il suo brano “Mi Manchi” ed essere approdato in finale ad Amici 2020, è divenuto noto al grande pubblico anche grazie alla sua partecipazione al Festival di Sanremo 2022.

AKA 7even ha debuttato con il “Summer tour 2022” con quattro speciali appuntamenti indoor nei club di Roma ( il 3 Giugno 2022), Napoli (5 e 6 Giugno 2022) e Milano, che ne segnerà l’epilogo il prossimo 9 Giugno 2022.


Tuttavia, le sorprese, che l’artista ha in serbo per i suoi fans, non finiscono qui: AKA 7even ha annunciato ben 8 imperdibili date estive che lo porteranno in giro, su e giù, per lo stivale.

Oltre ai numerosi ospiti che il cantante ha invitato a esibirsi con lui, durante lo show si è sempre ritagliato un momento per omaggiare Michele Merlo, il giovane cantautore scomparso tragicamente un anno fa.

AKA 7even – Live Report Napoli, 6 Giugno 2022

Sono le 20:45 e l’atmosfera che si avverte qui, alla Casa della Musica di Napoli, è effervescente e scoppiettante. Il pubblico ha già avuto modo di acclimatarsi, per molti è addirittura il secondo concerto in due giorni (la data di Napoli del 5 Giugno 2022 è andata sold-out quasi subito), per altri è soltanto un istintivo ritorno a una agognata normalità, con tutto il sollievo e l’aspettativa che interminabili mesi di silenzio hanno portato con sé.

Poco dopo le 21, Luca Marzano fa la propria comparsa sul palco del Palapartenope. L’energia potenziale stipata nella sala viene sprigionata in un boato di strepiti. Il pubblico c’è. Prevalentemente teen e femminile. Anche gli smartphone sono in posizione, pronti a documentare e filtrare tutto quel che accadrà.

AKA 7even porta sul palcoscenico del Palapartenope il suo repertorio per intero, insinuandosi in un territorio in cui convivono ritmo, funk, melodia, hip hop e pop-rock.

Prima dell’inizio del tour, l’artista aveva chiesto al proprio pubblico di munirsi di un palloncino bianco, tralasciando, però, di motivare le sua richiesta. La ragione si è rivelata davvero molto toccante: Aka ha voluto rendere omaggio a Michele Merlo con il brano “Tutto per me“, il primo singolo italiano del giovanissimo cantautore scomparso in circostanze tragiche l’anno scorso. Un momento profondamente emozionante.

Oltre al suo catalogo di brani, Aka 7even si lancia in una serie di cover, partendo da “Cambiare” per omaggiare Alex Baroni, continuando con “When i was your man” di Bruno Mars, e, non per ordine di importanza, concludendo con quella che farà perdere la testa al pubblico de la Casa della Musica: Napul’è” di Pino Daniele, intonata al piano e con tanto di maglia del Napoli Calcio indosso!

Dopo il momento celebrativo, Aka ritorna sui propri passi con “Mi manchi” e “Loca”, ma dà immediatamente spazio anche all’ultimo singolo “Come la prima volta“, barcamenandosi tra pianoforte e assoli di batteria, nonché molteplici cambi d’abito. Ogni canzone è una hit e ogni brano viene introdotto da un boato della platea.

Ma non c’è il tempo di pensare che il momento più alto sia già alle spalle, ormai. Dopo “Yellow” non si parla più di un amore incostante, ma dell’importanza di amare se stessi, accettandosi per quel che si è: è già il momento di “Perfetta così”. Il pubblico canta ogni singola parola e Luca stesso sembra voler allungare il testo il più possibile, incitando gli spettatori a ergersi a ruolo di protagonisti cantando al massimo dei decibel.

“Grazie mille” e “Arrivederci” non sono ammessi al Palapartenope, se prima non vengono ri-cantate le canzoni più famose. Così, anche ad AKA 7even tocca inscenare la fine del concerto, per risalire sul palco qualche minuto dopo e regalare il bis di quei brani che è obbligatorio ascoltare almeno due volte.

Se il live è la misura che denota lo spessore di un artista, allora AKA 7even ha sicuramente in soffitta un ritratto di se stesso che merita di essere annoverato nell’élite delle pop-star italiane.

Sei perfetto così, Aka.

AKA 7even – Scaletta del concerto al Palapartenope di Napoli

  • Yellow
  • Perfetta così
  • Mille parole
  • Come la prima volta
  • Fuori
  • Cambiare (omaggio ad Alex Baroni)
  • Black
  • 6 PM
  • When i was your man (omaggio a Bruno Mars)
  • Torre Eiffel
  • Napul’è (omaggio a Pino Daniele)
  • Strike
  • Rolly stone
  • Eazy
  • Blue
  • Tutto per me (omaggio a Michele Merlo)
  • Luna
  • Mi manchi
  • Loca (bis)
  • Perfetta così (bis)
  • Goodbye
0

Potrebbe interessarti