Afterhours live all’Atlantico di Roma! “Il rock aiuta a sopravvivere” foto e report

 “Non è un disco sull’elaborazione di un lutto, sennò sarebbe stato tutto di ballate lente. Invece è pieno di rock, perché è più una riflessione su chi sopravvive a un lutto e da questo trae energia. Paradossalmente mi sono ritrovato al contempo a essere un bambino abbandonato e un uomo definitivamente adulto”, Folfiri o Folfox è ”Un’album pieno di vita” così ce lo ha raccontato il grande Manuel Agnelli che ha ringraziato più volte tutte le persone presenti all‘Atlantico Live di Roma.
Il tema principale affrontato è quello della malattia del padre con “Ti cambia il sapore” ai cicli che, nel percorso della vita, devono essere chiusi per andare avanti raccontati in “Non voglio ritrovare il tuo nome”.
Qualche doveroso e atteso salto nel passato ha fatto esaltare la folla ancora di più, rendendo il clima davvero caldo e in pieno e vecchio stile Afterhours! Manuel ha voluto ricordare anche i centri di cultura di ‘nicchia’ come ad esempio l’Angelo Mai, che soffrono molto questo periodo, davvero un grande gesto di umanità da parte del leader della band che ha sottolineato l’attaccamento alle origini nonostante il percorso Intrapreso quest’anno con X factor. 
Grande impatto anche per Andrea Biagioni, che ha avuto l’arduo compito di aprire il Folfiri o Folfox Tour , ma la  sua voce ha richiamato la folla al primo respiro, proponendo il suo inedito “Mare dentro” e il suo cavallo di battaglia “Hallelujah” cover di Jeff Buckley, con le quali ha attraversato l’anima di tutti i presenti. Di seguito la bellissima fotogallery a cura di Andrea Cavallini.
2017-03-24T10:14:46+00:00 24 Marzo 2017|Live Report|0 Commenti